Regione Lazio, immigrati : Zingaretti, tragedia per tutto il paese, serve sforzo per accoglienza

“La terribile tragedia del barcone naufragato al largo di Lampedusa richiama Governo, Parlamento e istituzioni ad uno sforzo per garantire il diritto all’accoglienza che in questi anni è stato calpestato da politiche di chiusura verso i migranti.

“La terribile tragedia del barcone naufragato al largo di Lampedusa richiama Governo, Parlamento e istituzioni ad uno sforzo per garantire il diritto all’accoglienza che in questi anni è stato calpestato da politiche di chiusura verso i migranti. E’ inaccettabile continuare ad assistere a tragedie immani, che colpiscono tutto il Paese, come quella di oggi a Lampedusa, con decine di vittime innocenti che non hanno alcuna colpa se non quella di pensare che, fuggendo dalla miseria, dalla fame e dalle persecuzioni, possano trovare accoglienza in un Paese come il nostro. A nome della Regione Lazio mi unisco al cordoglio per le vittime del naufragio di Lampedusa e mi stringo al dolore per l’ennesima tragedia nei mari italiani che, a mio avviso, richiederebbe un momento di riflessione nazionale con la proclamazione del lutto di Stato”. Lo afferma il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

IMMIGRAZIONE: REGIONE LAZIO, ANNULLATI APPUNTAMENTI PER LUTTO NAZIONALE

A seguito della proclamazione del lutto nazionale per il naufragio del barcone che ha causato la morte di decine di migranti nelle acque di Lampedusa, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha deciso di annullare tutti gli appuntamenti istituzionali previsti per domani, venerdì 4 ottobre, per commemorare nel doveroso silenzio il drammatico accaduto. Lo afferma in una nota l’ufficio stampa della Regione Lazio.

SOCIALE; VISINI, CON RIFORMA WELFARE LAZIO PROTAGONISTA POLITICHE UE

“Riformeremo i servizi sociali regionali per avere finalmente nel Lazio un modello di welfare all’altezza degli standard europei”.

Lo ha dichiarato l’assessore regionale alle Politiche sociali, Rita Visini nel corso dell’anteprima della 22ma Conferenza europea dei servizi sociali, che è stata presentata questa mattina nella sede della Regione Lazio e che si terrà a Roma dal 7 al 9 luglio 2014.

“Oggi gli interventi sociali e socio-sanitari in questa Regione sono regolati da un impianto normativo datato e insufficiente, addirittura – prosegue Visini - più vecchio della legge-quadro nazionale sulle politiche sociali che in 13 anni il Lazio non è stato capace di recepire”.

La nuova legge regionale sarà uno degli elementi di innovazione delle politiche sociali di cui si discuterà nella prossima Conferenza europea dei servizi sociali, che sarà organizzata dalla Regione Lazio e dall’European social network nell’ambito del semestre italiano di presidenza del Consiglio dell’Unione europea.

“La Conferenza sarà l’occasione per la nostra Regione di diventare protagonista di una rete internazionale di confronto e di scambio sull’innovazione sociale”, ha concluso Visini.

VITERBO: REGIONE LAZIO, INCONTRO CON CERAMICA CATALANO E SINDACATI

Un incontro per creare le premesse per chiudere positivamente l’accordo e arrivare il prima possibile ad un’intesa tra l’azienda Ceramica Catalano di Viterbo e i sindacati. E’ quello che si è svolto oggi presso la Regione Lazio, promosso dall’Assessore regionale al Lavoro Lucia Valente, al quale hanno partecipato esponenti dell’assessorato, l’azienda e i sindacati. Presente anche il sindaco di Civita Castellana Gianluca Angelelli che sin dall’inizio segue con attenzione la vicenda. L’obiettivo, condiviso da tutti, è risolvere in maniera definitiva la vertenza che riguarda la Catalano che finora ha dichiarato 80 esuberi. Il tavolo tecnico è stato riconvocato, sempre presso la Regione Lazio, per il prossimo 18 ottobre. In quell’occasione si cercherà di raggiungere un accordo in grado di contemperare le esigenze di rilancio dell’azienda con la tutela dei livelli occupazionali.

“Le problematiche legate al distretto ceramico del viterbese devono essere risolte in maniera strutturale – ha dichiarato l’Assessore Valente - rilanciando e salvaguardando i livelli occupazionali in un territorio che sta pagando a caro prezzo gli effetti della crisi economica: oltre al tavolo per la Ceramica Catalano abbiamo convocato, per il prossimo 8 ottobre, anche quello per la Ceramica Flaminia di Civita Castellana che ha messo in mobilità 39 dei suoi dipendenti e per i quali scadrà la Cassa integrazione in deroga il prossimo 4 novembre”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Cassino, è Antonio Pecchia il disabile trovato morto in casa (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento