Regione, rifiuti: condanna corte UE è relativa all'anno 2012. Con la giunta Zingaretti rispettate direttive UE

 In merito alla condanna della Corte Ue nei confronti dell’Italia per il trattamento inadeguato dei rifiuti in alcune discariche del Lazio si precisa che i fatti sono relativi al 2012 e che con l’attuale Giunta Zingaretti si è provveduto a...

In merito alla condanna della Corte Ue nei confronti dell’Italia per il trattamento inadeguato dei rifiuti in alcune discariche del Lazio si precisa che i fatti sono relativi al 2012 e che con l’attuale Giunta Zingaretti si è provveduto a innovare profondamente il ciclo dei rifiuti della regione.

Dal mese di Aprile 2013 a Roma e nei mesi successivi in tutta la Regione, infatti, non c’è un grammo di rifiuti che non sia trattato secondo le direttive dell’Unione europea e la normativa nazionale”. Lo rende noto l’ufficio stampa della Regione Lazio.

CULTURA: AL VIA “DIGITAL LIFE: PLAY/LATINA”, PROGETTO DEDICATO ALLE ARTI DIGITALITANTI APPUNTAMENTI DA DOMANI E FINO AL 1 NOVEMBRE, INGRESSO GRATUITO

Questa mattina, presso l’Auditorium di Palazzo M a Latina, è stata presentata la sezione pontina di “Digital life”, progetto dedicato alle arti digitali, ideato e creato dalla Fondazione Romaeuropa su impulso della Regione Lazio. Digital Life: Play/Latina si svolgerà a Palazzo M, in uno degli spazi più rappresentativi dell’architettura razionalista sul territorio laziale. L’esposizione affiancherà la mostra tuttora allestita a La Pelanda (dal 9 ottobre al 30 novembre) creando un ponte ideale tra Roma e Latina.

“Il mio sogno come Assessore alla Cultura e Politiche giovanili della Regione Lazio - dichiara Lidia Ravera - è incrementare un movimento centrifugo che permetta di mettere l’arte e la cultura a disposizione ovunque, fertilizzando tutto il territorio del Lazio. Nessun luogo della regione deve restare marginale, nessun luogo deve avere la prerogativa della centralità. Consumare cultura deve essere una possibilità per tutti, in questo caso abbiamo scelto una città come Latina che è chiamata a entrare attivamente in un rapporto di intreccio e partecipazione con il progetto e la sua vita”. Digital Life: Play/Latina che inaugura al pubblico domani giovedì 16 ottobre alle ore 19.00, andrà avanti fino al primo novembre, tutti i giorni dalle 16.00 alle 22.00 ad ingresso libero.

Vorrei che questo esperimento così importante – conclude Ravera - fosse l’occasione per il consumo e nello stesso tempo la produzione culturale. Vorrei che incoraggiasse e sostenesse gli artisti locali e le associazioni, permettendo a tutti i cittadini di godere dell’iniziativa. Digital life è l’opportunità perfetta per rivitalizzare gli spazi del territorio. È contemporaneamente una straordinaria mostra e il contrario di un museo. Digital life non si guarda da lontano. Si è invitati a entrare, a toccare, a interagire, a creare e moltiplicare l’arte, a carpirne il segreto. Segno di una nuova epoca senza steccati”.

Digital Life: Play/Latina è promossa da Regione Lazio e Fondazione Romaeuropa nell’ambito del Romaeuropa Festival 2014 e realizzata in collaborazione con Seminaria Sogninterra e Associazione Culturale A.R.c.I “La Freccia”. Il programma delle iniziative che animeranno la manifestazione per tutto il resto del mese, così come l’elenco degli artisti che partecipano al progetto, si trovano sul sito della fondazione Romaeuropa: http://romaeuropa.net/news/digital-life-2014-playlatina/

GRAMAGLIA, ZINGARETTI: “DONNA CORAGGIOSA E GIUSTA”

“Sono profondamente addolorato per la morte di Mariella Gramaglia. Una donna coraggiosa, battagliera e giusta. Della sua militanza intellettuale e politica, che ho incrociato e apprezzato in tante occasioni, mi ha sempre colpito l’estrema concretezza e la capacità di innovare, di guardare oltre, tenendo sempre la barra dritta sul tema vitale dei diritti e della libertà. Delle donne, ma non solo. E con un senso di abnegazione e spirito di sacrificio che hanno solo le persone estremamente generose. E generosa Mariella è stata davvero in ogni suo impegno. Anche la sua scelta di lasciare senza clamore la vita nelle istituzioni, ma di continuare concretamente e con la solita instancabile passione, a impegnarsi molto lontano da qui, deriva da un’attitudine etica e umana straordinaria e rarissima. Per questo, sono tantissime le persone nel mondo a cui Mariella mancherà”. Lo comunica in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

SANITA’, ZINGARETTI: “TRA POCO ACCORDO STORICO CON MEDICI DI MEDICINA GENERALE”

Tra poco presentiamo l’accordo storico con i medici di medicina generale. Una rivoluzione: nella sanità del Lazio cambia tutto. Lo scrive il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, sul proprio profilo Twitter.

Accordo tra Regione e medici di base. Buschini: “Rafforziamo medicina territoriale”

“L’accordo tra la Regione e i medici di base rappresenta una grande opportunità per continuare la rivoluzione della sanità laziale. L’apertura degli studi medici anche nei weekend, l’eliminazione delle ricette cartacee che permetterà ai cittadini di recarsi in farmacia solo con il codice fiscale, l’accompagnamento dei pazienti in tutta la fase degli accertamenti sanitari e la prenotazione diretta delle analisi da parte degli stessi medici di base, rappresentano un’ulteriore dimostrazione di vicinanza ai cittadini. Si punta al rafforzamento della medicina territoriale e lo si fa grazie alla buona politica del governo Zingaretti, ma anche alla grande disponibilità degli operatori che hanno condiviso un accordo pensato esclusivamente per il potenziamento della sanità regionale”.

Questo il commento del consigliere regionale Mauro Buschini a margine della presentazione dell'accordo firmato dalla Regione Lazio e dalle OO.SS di medicina generale.

“Da sempre siamo convinti – continua Buschini – che una nuova sanità è possibile anche nel Lazio. Abbiamo ereditato una situazione disastrosa, ma grazie al taglio degli sprechi e alla riorganizzazione dei servizi, stiamo impostando un nuovo modello varato secondo le esigenze territoriali. Dal 2015 poi, dopo otto anni, usciremo dal commissariamento e ci libereremo da vincoli ministeriali che bloccano le assunzioni dei medici. Ce la stiamo facendo grazie al lavoro di chi conosce le criticità del settore e fa di tutto per migliorarle a vantaggio della comunità. Non vogliamo dire di aver risolto tutte le criticità, ma sicuramente il percorso che stiamo portando avanti è quello giusto. Il mio personale plauso va al Presidente Zingaretti”.

PETRANGOLINI: ACCORDO CON I MEDICI E’ VITTORIA DEI CITTADINI

Oggi è un giorno positivo per i cittadini del Lazio. La Regione infatti ha siglato con i medici di medicina generale un protocollo di intesa che migliorerà certamente la qualità della loro vita. A parlare è Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio e componente della Commissione Politiche sociali e salute.

“I cittadini – spiega Petrangolini - potranno godere del servizio di assistenza ambulatoriale anche nelle giornate di sabato e domenica e nei festivi. Non avranno più bisogno di ricette cartacee da parte del medico e per acuistare i farmaci potranno presentarsi in farmacia semplicemente presentando il proprio codice fiscale. Inoltre, sul sito web della Regione potranno localizzare e conoscere gli orari degli studi medici e delle Unità di cure primarie”.

“Si tratta – continua Petrangolini - di una generale semplificazione della vita quotidiana dei pazienti che inciderà anche sull’efficienza delle strutture di assistenza territoriale. In particolare, avrà un impatto forte sulle liste d’attesa perché, grazie a questo accordo con la Regione Lazio, i medici di medicina generale dovranno indicare anche la classe di priorità delle prestazioni, disponendo così diversi livelli di urgenza e alleggerendo l’impatto sulle strutture”.

“Certo - conclude Petrangolini - resta da verificare nei prossimi mesi la effettiva messa a regime di questo accordo, soprattutto per quanto riguarda il necessario allineamento telematico tra strutture sanitarie regionali e studi dei medici di medicina generale. Ma resta il fatto che i miglioramenti che ci attendiamo rappresentano una vittoria per tutte quelle organizzazioni di cittadini che in questi anni si sono battute per una più piena tutela del diritto alla salute”

SIMEONE (FI): "IL MINISTRO INTERVENGA PER RENDERE OPERATIVO H24 IL PRESIDIO DEI VIGILI DEL FUOCO DI CASTELFORTE"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Castelforte deve diventare operativo h24 e si deve porre fine alla situazione di precarietà operativa in cui versa. Per questo ho inviato una nota al Ministro dell’Interno Angelino Alfano, al Sottosegretario di Stato all’Interno, Gianpiero Bocci, al prefetto di Latina, Antonio D’Acunto e al Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Latina Maurizio Liberati chiedendo un intervento immediato finalizzato a mettere in atto tutte le azioni per rendere permanente il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Castelforte, così come previsto da decreto ministeriale, dotandolo di adeguata pianta organica per garantire l’incolumità pubblica delle comunità che risiedono nell’area del sud pontino. In questi anni, infatti, il presidio ha ricoperto un ruolo indispensabile per i servizi resi dal Comando provinciale di Latina in un’area ad alto rischio emergenziale perché collocata a ridosso dei confini tra Lazio e Campania, con molti insediamenti produttivi, alberghi, stabilimenti balneari e turistici, ampie distese boschive e scuole. Il presidio ha svolto servizi di protezione e pronto intervento per far fronte a criticità quali il pericolo di frane e smottamenti che minacciano sia la viabilità che le abitazioni, il pericolo derivante dalle frequenti inondazioni e dalle piene del fiume Garigliano e di alcuni canali di raccolta delle acque piovane, la presenza di siti produttivi e il potenziale pericolo connesso ai lavori di dismissione in opera alla ex centrale nucleare del Garigliano. Il reparto di Castelforte rappresenta una priorità su scala regionale e nazionale perché consente di far fronte alle numerose emergenze del comprensorio rappresentato dai comuni di Castelforte, Santi Cosma e Damiano, Minturno e Spigno Saturnia che distano dal presidio dei Vigili del Fuoco più vicino, quello di Gaeta, oltre 35 km e il cui intervento è reso particolarmente difficile a causa della carenza di strade che ne impediscono la tempestività. Inaugurato nel 1996, in un punto strategico e baricentrico rispetto ai Comuni interessati, il presidio ha garantito oltre mille interventi l’anno a favore dei cittadini, delle scuole e delle aziende. La Regione Lazio, a fine 2013, ha effettuato alcuni interventi di somma urgenza, per la messa a norma e la ristrutturazione, che hanno reso il presidio agibile e adeguato per ospitare i Vigili del Fuoco in attesa della realizzazione di una nuova caserma. Oggi il distaccamento a causa della mancanza di operatori, e nonostante l’esistenza di un decreto ministeriale che ne istituisce la sede in via permanente, è operativo solo dalle 8 alle 20. Questo crea notevoli disagi ad una comunità pari a circa 40.000 abitanti, che in estate raggiunge le 100 mila unità, privandola di servizi efficienti e costringendola in caso di emergenza a far riferimento alla stazione dei Vigili del fuoco di Gaeta. Oggi, nonostante sembra siano state assegnate nuove unità al comparto dei Vigili del Fuoco della provincia di Latina, il presidio di Castelforte risulta non essere ancora operativo h24 sebbene, sin dal 1999, fosse stato assunto l’impegno di integrarne la pianta organica. Si deve colmare questo gap per dare ai cittadini la sicurezza e la rapidità negli interventi che meritano. Mi auguro che questa istanza non cada nel vuoto nell’interesse delle comunità che siamo chiamati a rappresentare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

  • La Dea bendata bacia di nuovo la Ciociaria. Vinti 200 mila euro con un gratta e vinci

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento