Regione, sul nuovo contratto di servizio tra Regione Lazio e Trenitalia. Petrassi: “un altro grande passo avanti per il trasporto regionale a tutto vantaggio dei pendolari”

“Ottime notizie sul versante dei trasporti. La Regione Lazio e Trenitalia hanno infatti siglato il nuovo contratto di servizio per la gestione del trasporto pubblico sulle ferrovie regionali del Lazio che porterà grandi novità nel settore a tutto...

Piero-Petrassi-

“Ottime notizie sul versante dei trasporti. La Regione Lazio e Trenitalia hanno infatti siglato il nuovo contratto di servizio per la gestione del trasporto pubblico sulle ferrovie regionali del Lazio che porterà grandi novità nel settore a tutto vantaggio dei pendolari della regione.” Lo dichiara il Consigliere Piero Petrassi a margine della presentazione del nuovo contratto, avvenuta oggi alla Stazione Termini alla presenza del Presidente Nicola Zingaretti, dell’Assessore alla mobilità Michele Civita, dell’AD di Trenitalia Barbara Morgante e ‎del Direttore Divisione Passeggeri Regionale Trenitalia Orazio Iacono.

“Sono molto soddisfatto di questo nuovo accordo – prosegue il consigliere Petrassi – che porterà grandi vantaggi a tutti i pendolari della nostra regione. Un risultato davvero importante e concreto che, nell’ambito di un investimento complessivo di quasi 2 miliardi di euro da qui al 2020, prevede anche ben 540 milioni, di cui 95 della regione e il resto di Trenitalia, per quasi 150 nuovi treni e altri 50 completamente ristrutturati. Numeri davvero impressionanti.”

“Senza dimenticare – aggiunge Petrassi – gli altri aspetti del contratto relativi al maggior impegno sulla puntualità e sulla pulizia, al monitoraggio dei treni negli orari di punta e soprattutto alla maggiore attenzione alle esigenze dei diversamente abili.”

“Questo passaggio si aggiunge – conclude Petrassi – ad un eccellente lavoro di risanamento della Giunta Zingaretti che sta finalmente dando i suoi frutti. Basti pensare, restando al trasporto pubblico ferroviario regionale, che da quando ci siamo insediati è stato rinnovato l’82% dei treni, nelle più delicate fasce orarie dei pendolari si è raggiunto, nel 2016, il 92,81% di arrivi puntuali migliorando di ben 7 punti percentuali rispetto ai dati del 2014, e che, grazie ad un accordo con il Governo e RTI, ci sarà un potenziamento della rete ferroviaria con 367 milioni di investimenti che serviranno per il miglioramento delle tecnologie e per rimettere a nuovo 81 stazioni. Tutti numeri che fanno capire quanto si sta lavorando con l’obiettivo fondamentale di innalzare la qualità della vita delle migliaia di persone che ogni giorno utilizzano il treno per muoversi nel Lazio.”

TRASPORTI, BONAFONI (SI – SEL): “CON CONTRATTO DI SERVIZIO LE COSE CAMBIANO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non è vero che le cose non cambiano e se accade cambiano in peggio. Questa mattina, con la firma del nuovo contratto di servizio per la gestione del trasporto pubblico sulle ferrovie tra la Regione e Trenitalia, il Lazio si trova ufficialmente a quel giro di boa che sui trasporti sta dando i sui frutti. Nel 2013 la nostra regione era a un punto fermo e la situazione dei trasporti era insostenibile. Oggi l'82% dei treni pendolari sono nuovi, aumentano puntualità e pulizia. I trasporti verso l'aeroporto di Fiumicino sono migliorati grazie ai nuovi treni jazz e molti investimenti sono stati intrapresi per implementare la tecnologia, rendere i mezzi più veloci e migliorare così la vita dei cittadini e dei pendolari. Una cura del ferro attesa da anni che si traduce oggi in un accordo tra i più avanzati a livello nazionale secondo il quale, fino a 2020, la Regione verserà a Trenitalia 225 milioni di euro l'anno per un aumento dell'offerta e dei servizi ai pendolari.

Si tratta di un segnale concreto, tangibile e in controtendenza rispetto al passato, avvalorato dalla partecipazione dei comitati dei pendolari e degli utenti, che avranno la possibilità di essere ascoltati annualmente per fare insieme il punto sullo stato dei trasporti. Siamo di fronte a una nuova stagione che ci consente di dire che, da oggi, i trasporti della Regione Lazio hanno sicuramente una marci in più”, è quanto afferma la consigliera regionale di Si – Sel, Marta Bonafoni, intervenuta oggi alla presentazione della firma del contratto. SCIENZE VITA: FABIANI, “CENTRALI PER POLITICA DI SVILUPPO REGIONE LAZIO” MEET IN ITALY FOR LIFE SCIENCES 2016: SOTTOSCRITTI OLTRE 200 ACCORDI DI PARTENARIATO “La Regione Lazio ha deciso di ospitare Meet in Italy a Roma perché pone sotto i riflettori un tema centrale della vita: quello della salute, declinandolo sia come elemento chiave delle tutele presenti nella nostra società, sia come fattore in grado di generare crescita, sviluppo, lavoro e occupazione, così come è stato esplicitato nel ‘Manifesto’ redatto proprio in vista di questo evento.” Lo ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, intervenendo al Convegno “Scienze della Vita e Well-being. Verso l’economia della Salute”, tenutosi al Salone delle Fontane, all’Eur, evento conclusivo della quattro giorni di “Meet in Italy for Life Sciences 2016”, la business convention internazionale, dedicata alla filiera delle Scienze della Vita e che ha visto la partecipazione di oltre 400 delegati provenienti da numerosi Paesi (Austria, Bielorussia, Belgio, Cina, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Israele, Lettonia, Malta, Moldavia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti d’America) in rappresentanza del mondo dell’Industria, dell’Università e della Ricerca e delle Startup. “Ovviamente in tale contesto conta anche il fatto che nel Lazio, per quanto riguarda il settore delle scienze della vita vi è una presenza di sapere e di saper fare a livelli di eccellenza – ha continuato Fabiani – un settore che ha dimostrato di possedere una piena coscienza del proprio ruolo di traino dell’economia e della competitività dell’intero territorio e al quale la Regione dedica molta attenzione. È infatti uno dei perni attorno a cui ruotano le nostre politiche di internazionalizzazione e di sostegno all'innovazione e alle startup e di reindustrializzazione. Un esempio per tutti: il bando “Life 2020”, uno degli otto avvisi pubblicati a seguito della Call for Proposal dei mesi scorsi, che ha una dotazione di 18,5 milioni di euro e che è dedicato alle tematiche connesse agli ambiti farmaceutico, biomedicale, e-health, benessere/wellbeing e agroalimentare”. “I temi che sono alla base di Meet in Italy sono centrali per quel che riguarda le politiche di sviluppo della Regione Lazio e siamo molto soddisfatti di aver potuto ospitare questa terza edizione”, ha concluso Fabiani. Meet in Italy for Life Sciences 2016 è un’iniziativa di networking e business matching internazionale, giunta quest’anno alla terza edizione, dedicata alla filiera delle Scienze della Vita (biotecnologie, medical device, farmaceutica e nutraceutica, Ict per la salute e servizi e attività correlate) e organizzata quest’anno dalla Regione Lazio, attraverso Lazio Innova – nell’ambito delle attività previste dal programma regionale per l’Internazionalizzazione – in collaborazione con Unindustria, C.H.I.CO (Cluster of Health Innovation and Community), Enterprise Europe Network (EEN), Bic Lazo, Ice-Agenzia, Alisei (Cluster nazionale Scienze della Vita), Assobiomedica, Assobiotec, Aster, BioPmed-Bioindustry Park, Campania Bioscience, Centro di Biomedicina Molecolare-FriuliVeneziaGiulia, Confindustria Toscana, Cluster Lombardo Scienze della Vita, Distretto Toscano Scienze della Vita, Farmindustria, Fondazione ItaliaCamp e Startup Europe. “Questa terza edizione di Meet in Italy for Life Sciences è stata un grande successo – ha evidenziato il presidente di Lazio Innova, Stefano Fantacone – abbiamo coinvolto 250 tra startup e imprese, 161 Enti italiani e 30 delegazioni straniere che hanno dato vita a 2.004 incontri B2B, al termine dei quali sono stati firmati 37 accordi con partner EEN del Lazio, 111 accordi commerciali, tecnologici e di ricerca con partner stranieri e 87 accordi di partenariato con aziende ed Enti italiani. I Paesi che hanno già firmato accordi con il Lazio sono 13: Romania, Polonia, Malta, USA, Israele, Slovenia, Moldova, Croazia, Francia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia”. LAZIO, LA SETTIMANA IN CONSIGLIO REGIONALE (31 ottobre- novembre 2016) COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI E SPECIALI Giovedì 3 novembre- Ore 11,00 – Sala Latini Commissione Affari costituzionali e statutari, affari istituzionali, enti locali e risorse umane, federalismo fiscale, sicurezza, integrazione sociale e lotta alla criminalità All’ordine del giorno: proposta di legge 68/2013: “Disposizioni per la semplificazione normativa e procedimentale e abrogazione espressa di leggi regionali”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Frosinone usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento