Regione, Zingaretti: Acquapendente ottimo risultato manteniamo impegni

“L’incontro di oggi con l’amministrazione comunale di Acquapendente è andato molto bene, è un ottimo risultato che testimonia la volontà della Regione Lazio di mantenere gli impegni assunti con il territorio e con i cittadini per il rilancio della...

“L’incontro di oggi con l’amministrazione comunale di Acquapendente è andato molto bene, è un ottimo risultato che testimonia la volontà della Regione Lazio di mantenere gli impegni assunti con il territorio e con i cittadini per il rilancio della sanità anche nei servizi previsti nelle aree disagiate”.

Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti commenta l’esito della riunione che ha avuto come oggetto l’ospedale del comune Viterbese.

Al termine dell’incontro, in virtù di una comunione di intenti per dotare l’area dell’alto Lazio dei servizi sanitari di cui necessita il territorio, si è deciso di proporre al Ministero della Salute e al MEF, di inserire Acquapendente tra i presidi di area disagiata come regolamentato dagli standard approvati dalla Conferenza Stato-Regioni, mantenendo anche i percorsi diagnostico terapeutici per la presa in carico dei pazienti cronici. Sarà inoltre attivo ad Acquapendente in tempi brevi il servizio di eliambulanza gestito dall’Ares 118 e autorizzato dall’Enac.

“Stiamo lavorando per trovare le soluzioni migliori e rendere la sanità sempre più efficiente aumentando i livelli di assistenza anche nelle aree più periferiche – ha continuato Zingaretti - per questo nei nuovi programmi operativi abbiamo inserito come punto qualificante il superamento del sistema delle macroaree. Grazie a scelte di innovazione ed efficientamento stiamo costruendo una nuova rete di assistenza e cure, più completa e vicina ai cittadini”.

Al tavolo erano presenti il Responsabile della Cabina di Regia della sanità del Lazio, Alessio D’Amato, il Subcommissario alla sanità, Renato Botti e il direttore Flori Degrassi, il Sindaco di Acquapendente Alberto Bambini, il Commissario straordinario di Viterbo, Luigi Macchitella e la direttrice dell’ Ares 118, Maria Paola Corradi.

Prevista anche la sottoscrizione nei prossimi giorni di un accordo tra la Regione Lazio e la Regione Umbria, primo caso di accordo interregionale dopo l’approvazione del nuovo Patto della Salute, per uno scambio di servizi sanitari tra i presidi di Acquapendente e Orvierto

SIMEONE (FI): "IMPRESE E SANITA', ZINGARETTI CONTINUA AD IGNORARE LA REALTA'"

"L'amministrazione Zingaretti continua a preferire la strada degli annunci a quella della concretezza. Si continuano a presentare iniziative che dovrebbero, stando a quanto sostiene il presidente, cambiare il Lazio. Ma finora abbiamo visto poco, anzi pochissimo. Gli stessi bandi europei, presentati ieri alle imprese, di cui vogliamo vedere i risultati concreti sono stati solo l'occasione per annunciare al grande pubblico che questo Lazio farà la differenza. Che l'era dei sacrifici è terminata, che le tasse si abbasseranno. Si parla di futuro ed invece si dovrebbe utilizzare il presente. Ieri il presidente ha annunciato, per l'ennesima volta, che le liste di attesa scompariranno. Invitiamo il presidente a fare un giro per gli ospedali della provincia di Latina dove una signora non ha potuto fare una visita oculistica urgente, o dove per fare una Tac si deve compiere un vero e proprio atto di fede. Zingaretti e la sua maggioranza si dovrebbero preoccupare che i nostri ospedali hanno sale operatorie, come nel caso del San Giovanni di Dio di Fondi, che lavorano a singhiozzo limitando l'efficienza del servizio per i cittadini. Su questo vogliamo atti reali, vogliamo risultati e non parole. Rinviare a domani, al 2015, o forse più concretamente alle elezioni che verranno le decisioni serie che possono cambiare la vita dei cittadini non è amministrare ma vendere fumo".

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto. Dopo la paura ecco le ordinanze di chiusura delle scuole

  • Operazione “Gli Intoccabili”, arrestate altre cinque persone

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento