Regione, Zingaretti Don Ciotti: una vita di impegno contro le mafie e vicino a chi ha bisogno di aiuto

“Buon compleanno a don Ciotti, una vita di impegno contro le mafie e vicino a chi ha più bisogno di aiuto. Grazie!”. Lo ha scritto sul proprio profilo Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“Buon compleanno a don Ciotti, una vita di impegno contro le mafie e vicino a chi ha più bisogno di aiuto. Grazie!”. Lo ha scritto sul proprio profilo Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

SANITA’, SIMEONE (FI): “A RISCHIO GLI OPERATORI DELL’AUSILIARIATO NEGLI OSPEDALI DELLA PROVINCIA DI LATINA. CHIESTO IMMEDIATO INCONTRO A ZINGARETTI”

“Nuova tegola per i servizi sanitari della provincia di Latina. Il 31 dicembre 2015 scadrà la gara d’appalto che garantisce i cosiddetti servizi di ausiliariato nelle strutture ospedaliere della provincia di Latina. Circa 180 lavoratori rischiano il posto se la Regione non autorizzerà nell’immediato la Asl di Latina a procedere con l’indizione di una nuova gara d’appalto. Per questa ragione oggi ho incontrato una delegazione di lavoratori del settore ed ho raccolto le loro preoccupazioni riguardo ad un futuro tutt’altro che certo. In questo contesto mi sono immediatamente attivato per chiedere al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, di convocare urgentemente una riunione con le rappresentanze sindacali al fine di chiarire la situazione e soprattutto per evitare, come accaduto con la gara per i Cup del Lazio, di trovarci di fronte all’ennesimo bando privo delle adeguate garanzie per i lavoratori. Gli ausiliari svolgono un ruolo fondamentale, di supporto e collaborazione, con il personale infermieristico degli ospedali della nostra provincia provvedendo al trasporto dei farmaci, del materiale biologico, del vitto, al cambio della biancheria e dell’assistenza al malato. Non dare certezza di continuità a questi lavoratori si tradurrebbe non solo in un problema di natura occupazionale e sociale ma soprattutto andrebbe ulteriormente ad indebolire la qualità dei servizi erogati nelle strutture sanitarie della nostra provincia. Tra l’altro gli infermieri sono già in sotto organico e privarli di questo supporto fondamentale significherebbe paralizzare un intero sistema. Per queste ragioni Zingaretti deve convocare immediatamente un incontro, come già richiesto anche dai sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, per chiarire e verificare lo stato degli appalti in scadenza e procedere con rapidità all’indizione di una nuova gara nella quale siano date serie e certe garanzie ai lavoratori attualmente impiegati”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

SANITA’, SIMEONE (FI): “GARA COMUNITARIA CUP, I LAVORATORI MERITANO RISPOSTE CHIARE E IMMEDIATE. ZINGARETTI NON SI NASCONDA”

“Sulla gara comunitaria centralizzata per il servizio Cup (Centro unico di prenotazione del Lazio) è arrivato il momento di fare chiarezza. Per questo oggi ho depositato una interrogazione a risposta scritta nella quale chiedo al presidente Zingaretti se è a conoscenza delle incongruenze contenute nel bando di Gara Comunitaria Centralizzata a procedura aperta finalizzata all'acquisizione del servizio CUP, e dei disagi che il taglio del personale dei Cup comporterà in termini di erogazione dei servizi nella sanità del Lazio; se i 4 lotti in cui, nel bando, sono state suddivise le Asl e le Aziende ospedaliere siano in linea con l’attuale riorganizzazione e accorpamento delle stesse; dove si ravvisa, espressamente, nell’attuale bando la presenza di “una intoccabile clausola di solidarietà che tuteli i diritti dei lavoratori e in particolare delle categorie svantaggiate” attualmente impiegate nei Cup del Lazio, così come dichiarato dalla Regione stessa nella agenzie di stampa diffuse il 4 settembre 2015. E, soprattutto, al fine di salvaguardare tutti i posti di lavoro attualmente impiegati nel Cup del Lazio, se non intenda mettere in atto, sentito il parere dell’Anac e delle rappresentanze sindacali, tutte le azioni necessarie per trovare la forma migliore per inserire nel bando di Gara Comunitaria Centralizzata del servizio CUP, una clausola specifica e chiara di tutela per tutti i lavoratori in ottemperanza a quanto previsto dalla normativa regionale e nazionale vigente in materia. La gara unica centralizzata Cup lascia troppi margini di interpretazione sulla tutela dei posti di lavoro. Per questo è indispensabile intervenire per tutelare le persone impiegate e la qualità del servizio offerto. Ma, purtroppo, ancora una volta ci troviamo di fronte ad atti che anziché migliorare i servizi sanitari e dare garanzie ai lavoratori vanno a peggiorare un sistema già in costante emergenza. Il taglio di posti di lavoro andrebbe, infatti, ad aggravare la già preoccupante crisi economica ed occupazionale in atto nella Regione Lazio e l’assenza di tutele sufficienti per i lavoratori occupati rischiano di ripercuotersi anche sulla libera competizione delle imprese con logiche di massimo ribasso. Senza contare che una riduzione del personale operante presso i Cup della Regione Lazio, stando anche la mancata attuazione del piano di revisione e implementazione dell’assistenza sanitaria territoriale, graverebbe sui servizi offerti e quindi sui cittadini. L’ostinazione della Regione Lazio nel non dare risposte ai lavoratori rischia, infatti, di creare disservizi nelle attività amministrative di sportello al pubblico, nelle procedure di di accettazione, pagamento del ticket, prenotazione, segreteria e ritiro referti delle prestazioni sanitarie ambulatoriali. Ma anche questo non sembra preoccupare alcuno tanto che l’incontro con i sindacati si svolgerà solo la prossima settimana. Intanto i cittadini continuano a pagare il prezzo dell’inerzia di questa amministrazione che, al di là degli slogan, non è riuscita a fare nulla per cambiare, in meglio, la vita dei cittadini. Siamo di fronte al solito pressapochismo che caratterizza questa Regione e ci auguriamo che, almeno su temi e questioni come queste, Zingaretti esca allo scoperto e venga in aula a dare le risposte che i lavoratori meritano”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Incidente sul lavoro, falegname si amputa tre dita di una mano, è grave

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento