Roma, Giudici: “omicidio del Gianicolo non ha insegnato nulla, ancora roulotte”

"A pochi metri dal luogo dell'omicidio del Gianicolo, altre tre roulotte sono spuntate questa notte come i funghi. Lungo le Mura Gianicolensi, infatti, ora si contano 10 veicoli.

Gianicolo pieno di rulotte

"A pochi metri dal luogo dell'omicidio del Gianicolo, altre tre roulotte sono spuntate questa notte come i funghi. Lungo le Mura Gianicolensi, infatti, ora si contano 10 veicoli. Un record assoluto su Roma che dimostra come l'omicidio del 17 febbraio non abbia insegnato nulla all'amministrazione Marino che ancora consente alle associazioni di padroneggiare sul territorio, esponendo al pericolo tutti, cittadini e clochard. Non è consentito abitare in una roulotte, perché la vita e l'incolumità degli stessi abitanti è messa in pericolo. La presenza di quei mezzi, infatti necessita di una concessione edilizia. In assenza di questo titolo autorizzativo si configura un reato e le roulotte dovrebbero essere sequestrate subito". Lo dichiara in una nota Marco Giudici, consigliere e presidente della Commissione trasparenza del Municipio XII.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ma non è tutto - prosegue Giudici -. Ho avuto modo di accertare che dietro queste roulotte si nascondono delle prassi molto sospette. Infatti, i veicoli sono spesso privi di targa, di assicurazione, ma soprattutto il numero di telaio viene contraffatto per rendere non identificabile il proprietario. Con la conseguenza che l'occupante dovrebbe essere denunciato per l'utilizzo delle cose recanti le impronte contraffatte di una pubblica autenticazione, fattispecie delittuosa prevista all'art.469 del codice penale. Capita altresì che l'assicurazione venga stipulata per un numero di targa differente da quello del mezzo. Un sistema, presumo, manovrato da qualcuno che scarica tutto sui clochard nullatenenti per non avere problemi con la giustizia. E' necessaria più di un'indagine su questa prassi, che potrebbe nascondere fenomeni di criminalità ben più complessi, finanche furti o simulazioni di reati". Per questo è necessaria la rimozione delle auto non assicurate e delle rolotte perché il decoro della città è stato messo sotto i piedi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da Frosinone 700 mila mascherine riutilizzabili fino a 50 volte

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Coronavirus in Ciociaria: non uno ma due morti. In tutto 167 positivi, anche alla Città Bianca

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento