Valmontone, Colucci (ORA): “sulla differenziata abbiamo una maggioranza Confusa e divisa”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Nell’ultimo Consiglio Comunale abbiamo dimostrato come un'opposizione attenta e propositiva può condizionare le scelte di governo e soprattutto dettarne i tempi. A fine giugno – spiega in una nota il capogruppo della...

Valmontone, Colucci (ORA): “sulla differenziata abbiamo una maggioranza Confusa e divisa”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Nell’ultimo Consiglio Comunale abbiamo dimostrato come un'opposizione attenta e propositiva può condizionare le scelte di governo e soprattutto dettarne i tempi.

A fine giugno – spiega in una nota il capogruppo della lista ORA Francesco Colucci - come opposizione abbiamo richiesto la convocazione di un consiglio comunale con due punti all'ordine del giorno, quali la necessità immediata di attuare la raccolta differenziata e lo spostamento della biblioteca comunale al Palazzo Doria Pamphilj. Ebbene come da regolamento la maggioranza ha dovuto convocare "obtorto collo" il Consiglio Comunale il 17 luglio (termine ultimo) dovendo discutere i due punti posti all'o.d.g. dall'opposizione. Sulla nostra proposta di attuare la differenziata entro la fine del 2013, anche perché le normative europee ci impongono già da tempo questo adempimento, ebbene dicevo la maggioranza si è mostrata "confusa e divisa", prima con l'incredibile dichiarazione del loro capogruppo indicando il voto contrario sulla nostra proposta per la raccolta differenziata estesa sul tutto il territorio, poi udite udite con un membro "dissidente" della maggioranza che dichiarava invece il suo voto favorevole alla nostra proposta, vista l'impasse un assessore (non quello di competenza, che non ha proferito parola sul punto!) si alzava e cercando di rimediare in maniera diplomatica chiedeva un rinvio vista l'importanza del tema, ma senza fortuna......alla fine della diatriba tutta interna ad una maggioranza "CONFUSA & DIVISA" decidevano di votare in 11 contro ed 1 a favore la nostra proposta di attuare la differenziata su tutto il territorio comunale entro la fine del 2013.

Ora bene la dialettica democratica, bene il gioco delle parti ma il dato politico tratto è quello di una divisione, anzi confusione politica su un aspetto fondamentale per la nostra città visto anche l'ammontare del debito di 6.200.000 € dichiarato in consiglio dal Sindaco.

Pensavamo che lo spettacolo fosse finito lì, e invece ecco il finale .....sul punto da noi richiesto per lo spostamento della Biblioteca Comunale dal Centro Culturale di via s. Antonio al Palazzo Doria Pamphilj, si alza la vicesindaca nonché assessora alla Cultura e proclama: "....su questo punto abbiamo fatto una delibera di giunta ieri pomeriggio prevedendo lo spostamento della Biblioteca al Palazzo Doria Pamphilj" .....senza neanche illustrala al Consiglio!!! Al ché io che sono genitore di due figli e sono abituato a gestire tali comportamenti ....ho sorriso, si ho semplicemente sorriso davanti a quella infantile gara su chi arrivasse prima ad avere la paternità dell'idea! .....in Consiglio Comunale? ....Assurdo!!! Adesso polemizzando dovrei dire che noi avevamo proposto alla maggioranza il punto alla fine di giugno, quindi prima della loro delibera, e magari loro mi risponderanno che loro lo avevano già indicato nel loro programma elettorale ed io poi dovrei rispondere che noi anche l'avevamo nel nostro programma e poi allora dovremmo andare a vedere chi lo ha stampato prima ....come fanno appunto i miei figli di quattro e sette anni, ma io sono un papà ....e allora ho sorriso come faccio a loro quando fanno i bambini capricciosi e sciocchini! ... poi finito il sorriso ho detto: ..."bene avete fatto anche in Giunta quello che vi avevamo chiesto allora votate anche in Consiglio all'unanimità la nostra proposta.....e loro come bravi bambini hanno detto SI! E a noi basta!

Ora perdonate il mio umorismo, ma davanti a tali infantili comportamenti di ...."gara a chi arriva prima" c'è poco da stare contenti quando ad assumerli sono quelle persone che dovrebbero amministrare e decidere le sorti di una comunità di 15.000 persone, come ancora più penoso è vedere pubblicati il giorno seguente comunicati stampa che proclamano la grande iniziativa della giunta comunale con lo spostamento della Biblioteca ....e di nuovo il papà che è in me .....legge e sorride!!

Forse non hanno capito che a noi non interessa chi fa le cose o di chi sia la paternità delle iniziative, a noi interessa soltanto che le cose si facciano nell'interesse nostro e dei nostri figli ...che a volte hanno dei comportamenti molto più maturi di chi ci governa.

E noi ve le abbiamo fatte fare, questo ci interessa!!!

Grazie, un saluto e al prossimo Consiglio!”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Cassino, 'movida' da panico tra grida, pugni e colpi di pistola in aria

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento