Valmontone, primo consiglio post vacanze con i film dell'estate tra polemiche e ripicche di basso profilo

Dopo la pausa estiva è tornato a riunirsi il consiglio comunale di Valmontone ed è iniziato con un minuto di silenzio in rispetto dell'ex dipendente comunale Antonio Recchia (Bobby) morto di recente.

Dopo la pausa estiva è tornato a riunirsi il consiglio comunale di Valmontone ed è iniziato con un minuto di silenzio in rispetto dell'ex dipendente comunale Antonio Recchia (Bobby) morto di recente.

Il sindaco Latini ha annunciato, in apertura di seduta, che la nuova segretaria comunale è la Dott.ssa Roberta Fusco proveniente dal comune di Castel Gandolfo (capogruppo del Pd in consiglio a Zagarolo). Poi l'assessore all'ambiente Veronica Bernabei ha comunicato l'arrivo del contributo di 240 mila euro per la costruzione del centro di raccolta per la differenziata.

La seduta ha poi preso il via con le interrogazioni della minoranza (punto rinviato la precedente seduta con molte polemiche).

Alessia Petrucci della Lista per Valmontone ha chiesto spiegazioni sulla difficile situazione del muro di cinta e del cantiere del Villaggio rinascita (suo quartiere d'origine) dove sono state allontanate dalle forze dell'ordine delle persone, compreso un pregiudicato napoletano, che si erano stabilite tra le macerie. La risposta arriva dall'assessore Gentili: "assicuroche il quartiere è sotto l'attenzione dell'amministrazione e presto inizieranno dei lavori di riqualificazione".

Mariagrazia Angelucci ha chiesto spiegazioni sui lavori alle fognature di Colle Morello e Colle San Giovanni per il collegamento al sistema principale di via Casilina. L'assessore Ruggeri ha spiegato che: "ci sono stati problemi con il progetto iniziale che non ha preso in considerazione la pendenza naturale del terreno, ma ora si stanno cercando di risolvere".

La polemica si è accesa, all'improvviso su una semplice domanda (e non un'interrogazione) del capogruppo di ORA Francesco Colucci che ha chiesto spiegazioni sul cambiamento in corsa dei film prestabiliti per la proiezione estiva data in gestione alla neonata associazione Quattrocento. L'assessora al ramo Eleonora Mattia si è difesa dicendo che gli spostamenti ci sono stati su sua richiesta e che comunque hanno risparmiato dei soldi rispetto agli anni precedenti con la scelta di film di livello su temi importanti e non i cinepanettoni.

Attiani, a questo punto, ha rincarato la dose dicendo che il cambio in corsa dei film da parte dell'associazione nata solo qualche tempo prima della determina di affidamento è stato dovuto al cambio di location dal chiuso all'aperto. "Il cambio di marcia si fa guardando avanti e non sempre indietro perché stiamo tornando 15 anni indietro ed ha poi rimarcato il fatto della mancata accoglienza da parte del sindaco dei bambini dell'Arzerbajian". Il sindaco ha rimandato al mittente le accuse elencando le molte ed eccessive spese fatte negli anni passati per la Comunicazione e per la cultura tipo gli oltre 50mila euro per il giornale di Colleferro Cronache Cittadine o gli oltre 80mila per lo spettacolo Cleopatra con ben 35 attori e dichiarando che l'associazione Italia Azerbaijan avrebbe messo a disposizione 75 mila euro per questo incontro ma che questi sarebbero stati gestiti da un'associazione di Valmontone e questa cosa non andava bene. Chiuso questo passaggio, Attiani ha poi presentato una mozione, firmata da tutta la minoranza, per la riduzione del 30 per cento delle indennità di carica, sull'esempio di quanto fatto da Zingaretti in Regione e introdotto dal governo Monti. Il Sindaco Latini ha respinto questa mozione dicendo che lui prende poco più di duemila euro e che stanno facendo un altro tipo di spending review con l'uscita da tutte le partecipate come ASPER e Colline Romane e con la sistemazione del centralino Telecom che costa 24 mila euro l'anno ai cittadini e con il taglio effettivo di tutte le spese superflue e senza che gli assessori non prenderanno dei rimborsi per le missioni future. La proposta è stata respinta a maggioranza ad eccezione di Antonio Matrigiani. Poi è stata la volta del punto riguardante lo scioglimento della fondazione percorsi giubilari. Colucci ed Attiani hanno fatto notare ai presenti che questa fondazione oggi non costa nulla e che nel tempo con importanti iniziative ha guadagnato punteggio a livello europeo e che quindi è un peccato chiuderla, invece di rilanciarla perché si perde una grande occasione. Il vice sindaco Mattia ha replicato che questa fondazione è costata oltre 250 mila euro in 10 anni e che quindi si è scelta di cessarla. Mentre il Sindaco ha garantito che i 18 mila euro che debbono prendere i musicisti verranno saldati. Una proposta interessante è stata fatta dal consigliere Matrigiani che ha chiesto il rinvio dello scioglimento dopo un'assemblea della stessa che ha il consiglio direttivo composto a metà tra il comune e l'orchestra Toscanini (fino al 2009) e l'impegno a non dare soldi dal bilancio comunale alla stessa. il punto come il precedente è stato approvato a maggioranza con l'eccezione di Antonio Matrigiani. DF

Potrebbe interessarti

  • Il ricordo di Nadia Toffa: quella volta che parlò dei tumori della Valle del Sacco

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Non è una provincia per turisti, il Sole 24 Ore spedisce la Ciociaria in fondo alla classifica nazionale

I più letti della settimana

  • Sora, l'ultimo straziante saluto a Stella tra gli amici e le rose bianche (video)

  • Trovato morto in un lago di sangue dall'anziana mamma, fissati i funerali di Corrado Romoli

  • Cassino-Formia, con l'auto sullo spartitraffico. Grave una ragazza di 24 anni

  • Segni, la città piange il caro Giampaolo Tummolo

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Sora, l'omelia 'sovranista' di don Donato durante la processione di San Rocco (video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento