Valmontone, la giornata dei diritti per l'infanzia sarà molto sentita

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:“I diritti dei bambini vanno tutelati ogni giorno, anche e soprattutto con le buone pratiche amministrative per migliorarne la qualità della vita. A Valmontone una delle priorità che ci siamo posti è la costruzione di una...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:“I diritti dei bambini vanno tutelati ogni giorno, anche e soprattutto con le buone pratiche amministrative per migliorarne la qualità della vita. A Valmontone una delle priorità che ci siamo posti è la costruzione di una città che sia davvero a misura di bambino. Lo stiamo facendo, in modo costante e continuo, partendo anche dalle piccole cose”.

Lo dichiara Eleonora Mattia, vice sindaco e assessore alle politiche sociali del comune di Valmontone, in vista della giornata internazionale dei diritti dell’infanzia. “Una giornata che sentiamo molto – aggiunge la Mattia – e per la quale in Consiglio comunale abbiamo approvato da tempo l’adesione al programma internazionale dell’Unicef per le ‘Città amiche delle bambine e dei bambini’ con i ‘nove passi per l’azione’. E’ una cosa in cui crediamo fermamente e cerchiamo di perseguire attraverso una serie di iniziative specifiche. Penso, tanto per ricordare alcuni dei provvedimenti concreti adottati in tal senso, alla festa dei nonni, con i nipotini protagonisti; alla scuola di energia, che sta avendo un incredibile successo; ai parcheggi rosa, avviati in questi giorni; ai corsi per i genitori per il polo affidi e a tutti gli interventi per la scuola e sulla scuola messi in atto dal consigliere delegato Giulio Pizzuti”.

Nei prossimi giorni, prendendo spunto dalla Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il Comune porterà nelle scuole l’opuscolo dell’Unicef “i diritti dei bambini in parole semplici” per condividere con i piccoli alunni gli articoli più importanti, attraverso una lettura guidata e commentata che darà ai loro la consapevolezza di quanto sancito dai diversi articoli. Primo fra tutti l’articolo 42, secondo il quale “Tutti gli adulti e tutte le bambine e i bambini devono sapere che esiste questa Convenzione. Hai il diritto di sapere quali sono i tuoi diritti, e anche gli adulti devono conoscerli”.

Tra i diritti irrinunciabili (articolo 31) anche quello al gioco e al divertimento. E’ anche per questo che il sindaco, Alberto Latini, insieme al consigliere Giulio Pizzuti e all’assessore Luigi Ruggeri, hanno deciso di lanciare un’iniziativa per rimuovere una situazione che è ferma a 22 anni fa: “E’ incredibile – dichiara Latini – ma nella scuola dell’infanzia Madre Teresa di Calcutta i bambini non possono utilizzare il giardinetto dal lontano 4 febbraio 1992, quando un crollo lo ha reso impraticabile. Il 30 novembre e il 1 dicembre coinvolgeremo tutti coloro che vorranno partecipare, insieme a noi, per ripulire e sistemare quell’area e restituirla finalmente allo svago dei nostri bambini”.

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Segni, la città piange il caro Giampaolo Tummolo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento