Valmontone, la Mattia declassa la festa del Patrono San Luigi

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO : Forse qualcuno non se ne è nemmeno accorto ma quest’anno il 21 Giugno, giorno in cui si festeggia il patrono della nostra città San Luigi Gonzaga, è trascorso in maniera assolutamente anonima se si fa eccezione per la...

eleonora_mattia

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO : Forse qualcuno non se ne è nemmeno accorto ma quest’anno il 21 Giugno, giorno in cui si festeggia il patrono della nostra città San Luigi Gonzaga, è trascorso in maniera assolutamente anonima se si fa eccezione per la sempre sentita Processione organizzata dalle autorità religiose.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Amministrazione Comunale dimenticando che la festa patronale oltre a costituire un momento di aggregazione religiosa, sociale e civile, costituisce un patrimonio culturale da tutelare essendo la stessa un volano per il rilancio economico e la valorizzazione del nostro centro storico, ha ritenuto giusto non organizzare praticamente nulla per la prima volta nella storia di Valmontone. Un vero e proprio colpo basso, un calcio alle tradizioni che ci identificano ed a ciò che le rappresenta. Ancora una volta la giunta Latini ed in particolare la Vice Sindaco Eleonora Mattia denotano la totale incapacità di gestire la nostra città. Tra l’altro l’indifferenza nei confronti di questo tradizionale momento celebrativo stride fortemente con il risalto dato alla “importantissima” festa del Partito Democratico ormai da un mese pubblicizzata con cartelli e manifesti sparsi per tutta la città (vai a vedere che sono pure abusivi? Se lo fossero, mi suona strano che la Mattia non si sia indignata come per i manifesti della Meloni). Voglio specificare che anche economicamente manifestazioni ed eventi organizzati dal Comune possono essere sovvenzionati con i fondi che il Fashion District versa annualmente nelle casse del Comune e che non possono essere utilizzati diversamente. Fondi che, relativamente agli anni 2013 e 2014, sono diminuiti quasi del 70% perché i nostri amministratori fenomeni non sono riusciti a mantenere i rapporti di collaborazione con il Fashion. Quindi non mi si venga a dire che non ci sono soldi ovvero è insensato spenderne in questo momento di forte crisi economica. E’ solo una questione di valutazioni: per il prossimo anno suggerisco di far organizzare la Processione a qualche gruppo coreano (con tutto il rispetto), magari qualche spicciolo si riesce a trovare!!!

Il motto è sempre lo stesso: VALMONTONE LIBERATI DA LATINI Massimiliano Bellotti eleonora_mattia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Ceprano-Frosinone, maxi tamponamento tra due camion in A1. Diversi i feriti

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento