Valmontone, la scelta del presidente dell’Hospital fa traballare la maggioranza di Latini. La replica del sindaco

Fra qualche giorno il Sindaco Alberto Latini si troverà di fronte al dilemma di nominare il Presidente del  Valmontone Hospital ed a prendere una decisione che molto probabilmente avrà delle ripercussioni su tutta la squadra di governo.

Fra qualche giorno il Sindaco Alberto Latini si troverà di fronte al dilemma di nominare il Presidente del Valmontone Hospital ed a prendere una decisione che molto probabilmente avrà delle ripercussioni su tutta la squadra di governo.

Sono molti, all’interno della maggioranza, quelli che si aspettano una nomina di gradimento e che, viceversa, potrebbero far traballare la sedia della prima carica cittadina. Sono ben due gli assessori che vedrebbero di buon occhio la nomina del proprio papà. Senza sottovalutare il fatto che in questo valzer di poltrone che si potrebbe creare, anche gli esponenti dell’opposizione potrebbero trovare spazio nella maggioranza, rendendola di fatto allargata, in cambio di un sostanzioso contentino. Latini con una sola mossa potrebbe riunificare così tutta l’area di Sinistra sotto il proprio comando. Ovviamente certe scelte comporterebbero, a detta dei soliti noti molto vicini alla squadra di governo, dei contraccolpi in seno agli attuali vertici di maggioranza e la posizione più vacillante sembra essere quella della persona politicamente più debole, isolata dalla maggioranza e che adesso ricopre la carica di Vice Sindaco e Assessore ai Servizi Sociali: Eleonora Mattia. Da voci di corridoio sembra che i rapporti tra il Sindaco e la Vice Sindaco siano molto tesi da diverso tempo. La Mattia sembra non aver ben digerito l’assegnazione allegra di un alloggio popolare e che tale dissidio non sia stato ancora superato. Tra le candidature al vertice dell’Hospital la Mattia appoggerebbe quella del Dott. Puce, che peraltro, essendo professionalmente inquadrato nel settore medico, sarebbe l’unico ad avere competenze tecniche per aspirare a tale carica.

L’impressione dominante è che il Presidente del Valmontone Hospital sarà un affare di “famiglia” e che l’effettiva capacità di gestire una struttura così importante venga dietro ai soliti giochi di squadra. Almeno si spera che la lodevole iniziativa del Dott. Pilozzi, attuale Presidente, di devolvere il proprio compenso mensile ai servizi sociali sia proseguita dal suo successore.

In serata è arrivata la nota con le dichiarazioni del Sindaco e del suo vice in merito a questa vicenda che vi riportiamo di seguito.

Valmontone Hospital, Latini e Mattia: "Il sindaco nominerà il presidente, forte di una maggioranza compatta"

“La scelta del presidente del Valmontone Hospital è una prerogativa che spetta al sindaco il quale, al momento opportuno, lo farà secondo criteri oggettivi, con il sostegno totale ed incondizionato della maggioranza. Mi spiace ma il trucchetto del toto nomina strumentale, teso a creare dissidi interni alla coalizione, non funziona, e dà il senso dello squallore di certi personaggi che, dopo un anno, ancora non riescono a digerire che le cose a Valmontone sono cambiate”.

Il sindaco di Valmontone, Alberto Latini, replica così ad un nuovo tentativo strumentale di raffigurare una conflittualità interna alla maggioranza che governa la città, nella speranza di trarne un diretto profitto. “Se questo – ribadisce Latini – vuole essere il modo per delegittimare alcune candidature, con la speranza che possano trarne vantaggio altri, posso assicurare che non funziona, perché appartiene a logiche del recente passato che non esistono più. Dopo tanto tempo sarebbe meglio se ne facciano una ragione”.

Anche il vice sindaco, Eleonora Mattia, che i soliti noti danno in rottura con il sindaco sulla questione Valmontone Hospital, smentisce categoricamente ogni voce: “La scelta del Presidente del Valmontone Hospital – afferma - spetta ad Alberto Latini, sindaco di Valmontone, che la prenderà potendo contare sulla fiducia della Giunta e della maggioranza. Personalmente non darò mai la mia disponibilità a far sì che il mio nome venga speso per quelle battaglie di potere tanto care al centrodestra valmontonese. Battaglie che denotano un vecchio sistema di fare politica che non mi appartiene!”

“Sono stata eletta per fare il bene della comunità valmontonese – sottolinea il vice sindaco - ed è solo ai miei concittadini che devo rispondere, con oneri e onori. Sono i risultati ottenuti finora, le cose fatte, che ci dicono che stiamo facendo bene. Il resto è solo ciarpame politico, che lascio a chi non ha altro a cui pensare”.

DF

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale, salvata da un infermiere

  • Morte di Simone Maini, indagati un ingegnere e i due agricoltori. Oggi l'ultimo saluto

  • Omicidio Mollicone, le struggenti parole del militare-poeta

  • Cassinate, la storia di Giovanni Nardelli: da studente di periferia a manager di successo

  • Scontro tra tir in A1 tra Arezzo e Valdarno, ferito un 39enne di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento