Valmontone, per Ruggeri e la Bernabei nessuna incandidabilità. Voto favorevole dal consiglio

A distanza di oltre un mese dal primo consiglio comunale è arrivato il tanto atteso secondo appuntamento con la massima assise politica cittadina in cui si doveva sciogliere il nodo della presunta incandidabilità dei due consiglieri ed assessori...

A distanza di oltre un mese dal primo consiglio comunale è arrivato il tanto atteso secondo

appuntamento con la massima assise politica cittadina in cui si doveva sciogliere il nodo della presunta incandidabilità dei due consiglieri ed assessori Bernabei e Ruggeri.

Il punto è stato affrontato ad inizio seduta ed il sindaco Latini ha spiegato che dopo le verifiche della Segretaria comunale (che è stata informata, anche, del disconoscimento da parte del'ex sindaco Angelo Miele della firma sulla lettera che ha scatenato il tutto) non vi è l'incandidabilita dei due consiglieri.

Dopo queste dichiarazioni ha preso la parola il capogruppo della lista ORA Colucci che ha parlato di pesanti lacune nel documento e che quindi il suo gruppo abbandonava l'aula e la stessa cosa l'hanno fatta anche i consiglieri della lista Per Valmontone e la delibera è stata quindi approvata a maggioranza con 11 voti (era assente solo Antonio Matrigiani che è arrivato in aula subito dopo).

Come punto seguente sono stati approvati i regolamenti per l'assegnazione delle case popolari per adeguare il comune ad una legge regionale del 1999 così come spiegato dall'assessore al ramo Eleonora Mattia mentre il dibattito si è improvvisamente acceso con le dichiarazioni di Attiani e Colucci, mentre poi l'assessore Ruggeri su sollecitazione di Attiani ha dato la bella notizia, sempre in tema di case e lavori pubblici, dell'assegnazione dei lavori per la ristrutturazione del fatiscente edificio di via G. Matteotti andato a fuoco qualche tempo fa' ed il sindaco Latini ha confermato che stanno lavorando di concerto con la giunta regionale per far partire a breve, finalmente, i lavori al villaggio rinascita.

Il punto è stato approvato all'unanimità.

Poi il sindaco ha spiegato che è stato posticipato il pagamento della tassa sui rifiuti TARES di 30 al 31luglio ed al 31 agosto e che sta lavorando al massimo per far partire a breve la raccolta differenziata su tutto il territorio grazie all'aiuto della Regione e della Provincia anche perché c'è da risolvere l'annoso problema degli oltre 6 milioni di euro di debiti accumulati negli anni nei confronti della società GAIA.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Omicidio Mollicone, l'intercettazione telefonica che inchioda i Mottola

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento