Città di Valmontone, cinque atlete hanno vestito la maglia della Nazionale italiana di calcio da sala

Le cinque casiline e le altre atlete azzurre hanno giocato contro la forte nazionale francese presso il palazzetto di Roccasecca. Pur avendo ricevuto una sconfitta è stata una giornata importante dedicata alla lotta contro tutti i tipi di violenze e soprusi

Un tocco di internazionalità per alcune atlete del Città di Valmontone calcio a 5. Lucia Lucciola, Federica Cerci, Roberta Piergentili, Chiara Sangiorgi e Ilaria Vittori, ragazze che militano nella serie D del club lepino, hanno vestito sabato scorso la maglia della Nazionale italiana nell’evento organizzato da Project Mundial, Futsal Fics nazionale (e comitati Lazio e Campania) e Acsi nazionale.

Una bella esperienza in cui abbiamo giocato una partita di calcio da sala, di fatto utilizzando le vecchie regole del calcio a 5 (in pratica il regolamento dell’Union Europea de Futsal, ndr)” racconta Lucia Lucciola, che tra l’altro riveste anche il ruolo di responsabile del settore futsal del Città di Valmontone. “Certo, bisognerà vedere come si potrebbero far “convivere” le due discipline che sono molto simili, comunque è stata una giornata divertente per tutte noi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le cinque atlete del Città di Valmontone e le altre atlete azzurre hanno giocato questa partita di calcio da sala contro la forte nazionale francese presso il palazzetto di Roccasecca: alla fine per l’Italia è arrivata una sconfitta, ma è stata comunque una giornata importante per questo movimento. Inoltre la manifestazione (che si è svolta in parte anche a Strangolagalli e che ha visto anche altri momenti “salienti” oltre alla sfida internazionale tra Italia e Francia) ha avuto anche un alto scopo: quello della lotta contro tutti i tipi di violenze e soprusi, in particolare a donne e bambini e nello specifico l’evento è stato dedicato alla memoria di Arianna Esposito, Pier Francesco Munno, Carmine D' Adamo e di tutti gli “angeli” che hanno condiviso il loro tragico destino. Le ragazze della serie D del Città di Valmontone, che nello scorso fine settimana osservava un turno di riposo, torneranno a tuffarsi nel campionato con la delicata sfida esterna di sabato contro il Sora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Scontro frontale tra due auto lungo la Cassino-Formia: muore l'89enne Silvana Pellecchia

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

  • Cassino, si barrica in un bar e ferisce al volto un carabiniere

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento