Da Cervaro a Cervia per diventare uomini d’acciaio

Nella lista degli aspiranti Finisher di Ironman Italy 2019 ci sono due ragazzi ciociari: Gianluca Decina e Umberto Tramonte

You ar an Ironman… quando si sente pronunciare questo nome subito viene in mente uno dei personaggi della Marvel, Tony Stark e la sua armatura, il personaggio dei fumetti creato da Stan Lee nel 1963 è diventato famoso per essere uno dei protagonisti della sagra degli Avengers. Se invece vi raccontasero  la storia di tre marines seduti sulla spiaggia di un’ isola della Hawaii, correva l’anno 1977 e si discuteva su quale potesse essere la gara più dura a livello di resistenza, l’allora comandante della marina John Collins decide di combinare tre prove di resistenza in unica gara, nuoto, bici e corsa e le distanza che da li a poco sarebbero divenute quasi un ritornello furono stabilite in 3,8km di nuoto in acque libere l’equivalente di 160 vasche di una piscina da 25m circa, 180 km di bici, una bella tappa del giro d’italia e per finire 42.195m di corsa, una bella maratona, l’uomo che sarebbe riuscito ad arrivare all’arrivo sarebbe diventato un uomo d’acciaio, un Ironman.

Ora è facile capire che lo sport di cui si parla è il Triathlon, uno degli sport più belli del mondo, le distanza che si possono affrontare sono lo Sprint il più corto ma sicuramente il più veloce, l’Olimpico la distanza che fa parte del palinsesto anche dei Campionati Mondiali e Olimpici di questa disciplina che prevede 1,5km di nuoto, 40km di Bici e 10km di corsa, poi c’è la distanza Media che nel circuito Ironman viene chiamata 70.3 che sono i miglia complessivi che nelle tre discipline si compiono 1.9km di nuoto, 90km di bici e 21km di corsa per poi arrivare all’Ironman 140.6 la distanza più lunga da affrontare il doppio di un 70.3.

In Emilia Romagna la terra dei motori e dei sognatori, per il terzo anno consecutivo Ironman Italy fa tappa nella città di Cervia, un evento mondiale che porta sulle spiagge della riviera oltre 3000 atleti da tutto il mondo, un evento internazionale che vede un intera città mobilitata per l’organizzazione e la gestione di una gara così importante. La tappa Italiana è soltanto una delle tante che il Circuito Ironman organizza nel mondo, Stai Uniti, Australia, Europa, toccando le spiagge più belli ed i posti più suggestivi del globo. Da queste prove in tutto il mondo i migliori Ironman si ritrovano ogni anno ad ottobre su quella stessa spiaggia dove tutto è cominciato in una incantevole isola delle Hawaii l’isola di “KONA” per stabilire chi è l’Ironman più forte del mondo.

Quest’anno nella lista degli aspiranti Finisher di Ironman Italy 2019 ci sono due ragazzi di Cervaro, sono Gianluca Decina e Umberto Tramonte che proveranno a conquistare la M rossa simbolo di Ironman e sentirsi pronunciare il proprio nome seguito dalla frase magica “You are an Ironman”. Ci piace specificare che essere un Ironman non è un appellativo come Dottore o Avvocato, significa avere il coraggio di affrontare la propria ombra, significa determinazione ma soprattutto passione. Prima di tutto si diventa Triathleti, questo significa allenare tre sport così differenti così diversi, ma che piano piano diventeranno un solo unico meraviglioso sport, dalle onde del mare che ti accarezzano il viso, al vento che proverà a fermare i tuoi sogni sopra una bici da corsa dove proverai a correre sempre più veloce, per finire dovrai correre insieme alla tua ombra in una maratona che ti porterà sotto quell’arco e quando sarai li difronte tutto ti sarà più chiaro e tutte quelle domande che ti sei fatto avranno un senso. Il 21 Settembre alle 7.00 del mattino il suono di una tromba darà il via alla sessione di nuoto, sullo sfondo il mare adriatico, 3,8 i km di nuoto da affrontare insieme a tanti visi sconosciuti ma che sono li per lo stesso tuo motivo, il tempo di uscire dalla sessione di nuoto e saremo nella zona di Transizione T1 una zona dove toglierai la muta, indosserai casco e scarpe e correre a prendere la tua bici per partire, tanti i km che ti aspettano si passerà dalle bellezze di Cervia e Ravenna fino ad arrivare al Parco delle Saline, la sessione di bici è sempre particolare non sai mai se devi andare al massimo o goderti lo spettacolo dei paesaggi che hai intorno, tanti i km da fare, soprattutto tante le ore dove sarai solo con te stesso, perché negli Ironman non è permessa la scia come nelle gare di ciclismo, quindi non si può essere a meno di 12m dalla ruota dell’atleta che ti precede.

Terminata la sessione di bici si arriva in T2 la seconda zona dove potrai posare la tua bici, togliere il casco ed indossare le scarpe da running, pronti via giusto il tempo di bere un sorso di acqua è si parte, 42195 pensieri, a Cervia il circuito prevede 4 giri da 10km per arrivare su quel tappeto rosso, manca davvero poco, la fatica, il sudore i sacrifici e perchè no qualche lacrima ti scende ma quando quell’arco sarà di fronte a te, saprai che ne è valsa la pena, perchè in fondo quella M riesce a cambiarti la vita. Meno di tre mesi, dopo aver affrontato la tappa del Portogallo, Spagna eccoci ad affrontare Ironman Italy Cervia 2019, sarà un viaggio emozionante e come le altre volte ti lascerà il segno.

Anything is Possible… Gianluca e Umberto continuano ad allenarsi, la strada per affrontare un Ironman comporta allenamenti quotidiani, ci si allena dalla 15/25 ore settimanali alternando nuoto, bici e corsa, per poi concentrarsi nei fine settimana nei combinati, che prevedono il susseguirsi delle discipline per simulare segmenti di gara. Il 21 Settembre l’Ironman Italy sarà in Diretta LIVE, tutto il paese di Cervaro è pronto a tifare i suoi uomini d’acciaio. Vorremo ringraziare chi ci supporta e sopporta in questa avventura: La Piscina Azzurra Mario e Chiara Carlino, la Palestra Relax&Fitness di Giovanni Grancagnolo e ProRacign Bike di Gianluca Coletta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Marco Luccarelli è scomparso da una settimana. L'appello del padre: "aiutatemi a ritrovare mio figlio"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • “Vivo con le volpi dentro casa”. Con i lavori al polo logistico colleferrino gli animali scappano in cerca di cibo (video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento