Frosinone Calcio, proprio non ce la facciamo a vedere il bicchiere mezzo vuoto

La truppa di Longo ha accorciato ancora di più la classifica, ora il distacco dal quartultimo posto è di 3 punti

Un buon Frosinone impatta sullo 0-0 contro il Parma. Per ampi tratti della partita, i ragazzi di Longo hanno avuto il predominio del gioco, tanto da costruire le migliori occasioni da gol. I ducali non si sono mai resi pericolosi dalle parti di Sportiello, se non per un tiro da fuori area di Siligardi nel primo tempo. Pareggio a reti bianche che consente al Frosinone di fare un altro piccolo passo in classifica, ma che ad alcuni lascia un po' d'amaro in bocca. Si sa, l'appetito vien mangiando e quando il Parma è rimasto in inferiorità numerica per l'espulsione di Stulac, i giallazzurri potevano forse osare di più per portare a casa l'intera posta in palio. Ma va bene così, per tanti motivi. Sarà che a noi piace vedere sempre il bicchiero mezzo pieno, ma questa volta crediamo che il nostro modo di vedere le cose sia quello più sensato.

Perchè guardare il bicchiere mezzo pieno e non vuoto

Per entrambe le squadre, l'importanza della posta in palio era elevata. Tutte e due hanno giocato più a non prenderle piuttosto che a darle, anche se, come detto, il Frosinone ci ha provato più del Parma. Proprio questo deve far ben sperare, visto che gli uomini di Longo, nonostante giocassero fuori casa, hanno fatto vedere le cose migliori durante i 90 minuti. Per una neopromossa, l'importanza di rimanere imbattuti (terza partita di fila senza sconfitte ed è già record per il Frosinone in Serie A) è di vitale importanza, per classifica e morale. Per la seconda gara consecutiva i canarini non hanno subito gol, con Sportiello praticamente inoperoso. E questo è un segnale veramente incoraggiante per una compagine che fino a poco tempo fa deteneva il record di gol incassati nei principali campionati europei. Il Frosinone è stata l'unica squadra di bassa classifica ad ottenere punti in questa giornata, giocando per giunta fuori casa. Chievo, Bologna e Udinese hanno perso tra le mura amiche, Spal ed Empoli hanno subito goleade in quel di Roma e di Napoli. Abbiamo letto sui vari social che forse Longo doveva osare di più per ottenere l'intera posta in palio, ed in parte è vero. Ma non dimentichiamoci che il Parma è una compagine strana, che ti fa giocare per poi pungere in contropiede quando meno te l'aspetti. Sbilanciarsi troppo sullo 0-0 con Gervinho ed Inglese in campo, era forse troppo eccessivo. Secondo il nostro modesto parere, l'unico appunto che si può fare a Longo è quello di non aver inserito Pinamonti, a sette giorni di distanza dal primo gol siglato in massima serie. Forse bisognava sfruttare il suo entusiasmo e la sua freschezza negli ultimi minuti. Con questo risultato, il Frosinone ha accorciato ancor di più la classifica, con un distacco di soli 3 punti dal quartultimo posto. Solo un mese fa questo era impensabile. Proprio non ce la facciamo a guardare il bicchiere mezzo vuoto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Ceccano, riprende la moglie con una telecamera mentre fa sesso con un altro, incriminato per stalking

  • Cassino, il video virale del rapper nigeriano che 'vola' mentre canta le bellezze della città

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Serrone, drammatico frontale su Via Prenestina. Tre persone ferite (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento