Frosinone - Palermo: attesa per oggi la decisione del giudice sportivo

Il ricorso è stato presentato dalla società siciliana. Tre gli episodi contestati: il rigore concesso e poi revocato, i palloni tirati in campo dai giocatori del Frosinone per interrompere l’azione dei rosanero e l’invasione di campo

Attesa per la giornata di oggi la decisione del giudice sportivo Emilio Battaglia per quanto riguarda il ricorso presentato dal Palermo contro la vittoria del Frosinone nella partita che ha permesso ai canarini il passaggio in serie A. Il ricorso del Palermo al giudice sportivo riguarda tre episodi a detta dei rosa neri decisivi per l'esito della gara: il rigore concesso e poi revocato, i palloni tirati in campo dai giocatori del Frosinone per interrompere l'azione dei rosanero e l'invasione di campo che ha determinato la fine anticipata della partita.

Il commento a caldo del patron rosa nero Zamparini

Il Patron dell’U.S. Città di Palermo Maurizio  Zamparini  appena terminata la partita aveva ribadito con forza "Io credo che l'arbitro abbia cambiato la decisione sul rigore perché assediato e intimidito da tutta la squadra avversaria a tal punto da non sanzionare col cartellino rosso chi ha dato la testata a Nestorovski davanti ai suoi occhi - ha proseguito, come riportato dal sito ufficiale del Palermo -. E' stato un susseguirsi di cose che non hanno niente a che fare con la legalità. E' stato un incontro illegale. "

La risposta del Presidente Stirpe

Non si poteva dubitare che il Presidente del Frosinone Maurizio Stirpe avrebbe risposto difendendo i suoi con le unghie e con denti tanto che si legge in una nota ufficiale " Stupisce, indigna ed offende l’intelligenza degli addetti ai lavori, degli sportivi e della gente comune, frusinati e non, che il massimo dirigente rosanero, relativamente alla gara Frosinone-Palermo parli di “incontro illegale”, “spettacolo indecoroso”, “vergognoso”, di “arbitro aggredito, minacciato, assediato e intimidito” e di “truffa subita”. Non sappiamo quale incontro di calcio abbia visto il Sig. Zamparini ieri sera, né ci interessa saperlo, certo è che Frosinone-Palermo è stata diretta da un team arbitrale composto da 6 ufficiali di gara, oltre alla presenza di numerosi rappresentanti della Procura Federale e degli ispettori di Lega i quali, all’unisono, hanno decretato la regolarità della partita...".

La denuncia del Frosinone

In un recente comunicato stampa la società gialloblu conferma "Il Frosinone Calcio S.r.l. rende noto di avere presentato alla Federazione Italiana Giuoco Calcio istanza di deroga alla clausola compromissoria/vincolo di giustizia ai sensi dell’art. 30 Statuto Federale e dell’art. 15 del Codice di Giustizia Sportiva. Ciò al fine di procedere al deposito, presso la competente Procura della Repubblica, di denuncia-querela nei confronti dal Patron dell’U.S. Città di Palermo S.p.a., Sig. Maurizio Zamparini per le reiterate, gratuite, inveritiere ed intollerabili accuse da questi rivolte alla scrivente società e ai propri giocatori. Il Frosinone Calcio S.r.l. procederà anche in sede civile onde ottenere il ristoro dei danni tutti, diretti ed indiretti, arrecati dalle condotte sopradescritte, precisando che ulteriori comportamenti illeciti e/o antidoverosi di tesserati della compagine siciliana seguiranno lo stesso trattamento”.

Il commento di Antonio Tajani

Il presidente del Parlamento europe Antonio Tajani, ciociaro nato e residente a Fiuggi conferma " Se qualcuno ha sbagliato deve essere sanzionato, ma non credo che due palloni abbiano cambiato il corso delle cose o che l'arbitro abbia deciso in base alle proteste del Frosinone. Succede sempre che  i giocatori protestino quando c'e' una decisione a loro contraria. Non mi pare che l'arbitro abbia favorito il Frosinone, anzi all'inizio è stato molto severo con i giocatori di casa" continua Tajani. "E poi, rivedendo l'azione quel rigore non c'era, la vittoria sul campo c'è stata, se qualcuno ha sbagliato verrà sanzionato ma non mi pare che la gara sia stata condizionata".

Una situazione delicata ed in equilibrio precario affidata, pare, ai legali di entrambe le parti. Si attende con ansia la decisione del giudice sportivo anche se le speranze del Palermo circa l'accogliemtno del ricorso appaiono blande.

(In foto un momento della festa con l'invasione di campo post partita)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento