La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora si dimostra squadra vera seppur sconfitta 3-1 dalla Powervolley

Ha mostrato subito il suo gioco migliore ma è soprattutto nel secondo e terzo set, quello vinto 25-22 che ha tenuto la partita ancora aperta e viva, che ha fatto venire fuori le sue potenzialità

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora all'Allianz Cloud contro il Powervolley Milano si dimostra squadra vera seppur uscendo sconfitta 3-1 dall’incontro valevole per l’ottava giornata del girone di ritorno di SuperLega Credem Banca.

Ha mostrato subito il suo gioco migliore ma è soprattutto nel secondo e terzo set, quello vinto 25-22 che ha tenuto la partita ancora aperta e viva, che ha fatto venire fuori le sue potenzialità. Contro Nimir e compagni l’impresa era ardua, però ci ha provato fino alla fine incidendo anche con l’imprevedibilità data dall’inserimento fin dallo starting six dell’opposto Van Tilburg e l’ingresso, dalla fine del primo set, del regista Alfieri. Ottimo il muro con 11 block di squadra di cui ben 6 autografati da Di Martino. A spaccare i game però, il servizio dei padroni di casa con Nimir a mettere a referto 7 ace (28 pt/tot) e 4 di Clevenot eletto Mvp del match che riporta la vittoria in casa meneghina che mancava dallo scorso 19 gennaio tenendola ben salda al quinto posto della classifica.

Degno di nota l’esordio in SuperLega con una realizzazione di Battaglia inserito negli ultimi scambi del game.  

“La cosa positiva di oggi – conferma coach Colucci -, è l’atteggiamento della squadra: sapevamo che sarebbe stata dura, ma ho visto una reazione importante. Ci dispiace per il quarto set, dove siamo calati un po’, ma è pur vero che Milano è cresciuta molto al servizio. Credo che oggi abbiamo dimostrato in campo qualcosa in più rispetto alle gare contro Vibo e Cisterna”.

“Siamo felici di essere tornati alla vittoria  dopo un periodo non facile per noi – dice invece il centrale milanese Kozamernik -. Era importante ritrovare la giusta confidenza con il successo e siamo stati bravi a giocare una bella partita, anche se siamo calati nel terzo set. I tre punti sono preziosi per la classifica, ce li teniamo stretti sapendo che abbiamo partite dure da vincere per il nostro cammino verso i playoff”.

Allo starting players coach Colucci affida il match a un sestetto rivisitato in posto 2 che in diagonale, con il palleggiatore Radke, vede Van Tilburg, i centrali Caneschi e Di Martino, le bande Joao Rafael e Fey, Sorgente libero nella fase di ricezione e Mauti in quella di difesa. Mister Piazza affida la regia a Sbertoli opposto ad Abdel-Aziz, Petric e Clevenot, a coprire i posti 4, Alletti e Kozamernik per il posto 3 e Pesaresi nel ruolo di libero.  Il solito Nimir, premiato prima del fischio d’inizio quale Mvp del mese di gennaio, apre il match in attacco e all’ace per il 3-0 che Sora rimette subito in parità al 4-4. Si apre un punto a punto che accompagna il set fino al 14-13 con Sbertoli che, con ricezione buona, si affida molto ai suoi centrali, mentre dall’altra parte della rete Di Martino lavora bene a muro e Grozdanov in attacco. A sbloccare la situazione sono i padroni di casa con il primo mini break positivo interrotto sul 3-0 dal tocco di seconda intenzione di Radke che replica anche per il 19-15. Il gioco riparte palla su palla con Sora che però non riesce a trovare continuità nelle azioni vincenti per ricucire lo strappo di 5 lunghezze con le quali Milano arriva alla chiusura del set 25-20 con Kozamernik (6 pt/set) in grande spolvero.  

Altra novità nel sestetto sorano che riparte con un cambio in regia inserendo Alfieri su Radke. Con il nuovo assetto è 1-4 ma il turno al servizio di Nimir rimette tutto in equilibrio. Si prosegue palla su palla con il regista locale a far girare tutti i suoi attaccanti e quello ospite che si affida maggiormente ai centrali che ottengono risultato anche a muro per l’11-11. È ancora l’opposto milanese a rompere il trand con 3 turni in battuta che rimettono i suoi avanti 14-11. La Globo riconcorre e si riporta sotto 17-16 ma dal centro l’Allianz continua a togliere le castagne dal fuoco per il nuovo vantaggio del 20-17. Il sestetto di coach Colucci non molla nulla ed è ancora lì, viva nel set 22-21. Milano arriva per prima al set ball, Caneschi annulla la prima possibilità di chiusura ma il sestetto di mister Piazza non stecca la seconda portandosi in vantaggio nel match 2-0 con il 25-22.

Si dimostra squadra vera Sora aprendo il terzo set 0-3, tenendo stretto il vantaggio al 3-6, e facendolo crescere al 5-9 con 3 muri punto di Di Martino a bloccare graniticamente Petric, Kozamernik e Alletti. Sale in cattedra Nimir che con due attacchi riporta le squadre a contatto, e con quattro ace consecutivi in vantaggio 12-10. Ma la Globo è salita di testa rispetto ai suoi avversari che riesce a mandare in bambola tenendosi in equilibrio con grandi giocate fino al 20-20 e ad accelerare allo sprint finale con due ace di Van Tilburg che spianano la strada al 22-25 che tiene aperta e viva la partita.

Il Powervolley torna in campo con Sbertoli e anche la Globo sul 6-3, reinserisce il suo palleggiatore titolare Radke e poi con Van Tilburg e Caneschi si riporta a contatto 7-6. A incidere significativamente questa volta è il servizio di Clevenot con un turno nel quale autografa due ace e crea scompiglio nella ricezione fino al 12-6. Interrompe la striscia Sora ma fino al 18-13 non riesce ad andare oltre il cambio palla e poi nuovamente a soffrire l’offensiva avversaria da nove metri per l’ulteriore allungo del 22-13 che ha portato Nimir e compagni alla vittoria del set 25-16 e del match per 3-1.  

ALLIANZ MILANO - GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-1

ALLIANZ MILANO: Sbertoli 1, Abdel-Aziz 28, Petric 11, Clevenot 15, Kozamernik 12, Alletti 12, Pesaresi (L), Izzo, Weber n.e., Basic, Gironi n.e., Hoffer n.e.. I All. Roberto Piazza; II All. Marco Camperi. B/V 11; B/P 21; muri: 6.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Radke 2, Van Tilburg 12, Caneschi 5, Di Martino 8, Grozdanov 13, Joao Rafael 8, Sorgente (L), Mauti (L), Alfieri, Miskevich n.e., Scopelliti, Fey, Battaglia 1. I All. Colucci; II All. Roscini; III All. Conte. B/V 2; B/P 11; muri: 11.

PARZIALI: 25-20 (‘23); 25-22 (‘26); 22-25 (‘27); 25-16 (‘22).

MVP: Clevenot.

I ARBITRO: Capello.

II ARBITRO: Puecher.

III ARBITRO: Libardi.

VIDEO CHECK: Mutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SEGNA PUNTI: Tawfik Henawy.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento