Maurizio Stirpe: "Molti di noi si sono accontentati di essere arrivati in A, ma non si sono posti il problema di come restarci"

Le parole del presidente al Media Center: "Bisogna ripartire da un grande bagno di umiltà"

Parole importanti, quelle rilasciate al Media Center del Frosinone, per il presidente Maurizio Stirpe.

Un giudizio su questa stagione 

Non è sicuramente positivo, anzi tutt'altro. Non siamo stati nè brave e nemmeno fortunati. Ci sono stati tanti elementi su cui riflettere e lo farò nei prossimi giorni. Se non riusciamo a risolvere alcuni problemi penso che difficilmente potremo riproporci a livelli importanti. Ci vorrà tanto entusiasmo, voglia di rimettersi in gioco e determinazione. Dobbiamo fare una grossa autocritica per ripartire con slancio per il futuro. 

Io voglio essere dalla parte dei tifosi. È vero, non è usuale vedere una città di 45.000 abitanti nello scenario che calcio che conta. Però una volta che ci sei e che hai dimostrato di poter star lì, devi fare qualcosa in più per poterci rimanere. Ma quel qualcosa in più tanti lo imputano a risorse economiche o all'entusiasmo... io credo che quello che ci sia mancato è la consapevolezza di quello che avevamo raggiunto e l'incapacità di difenderlo. Significa che molti di noi all'interno della nostra società non ci hanno creduto. Si sono accontentati di essere arrivati, ma non si sono posti il problema di come rimanerci nei migliori dei modi.

Come si riparte dopo questa retrocessione

Facendo un grande bagno di umiltà e da una domanda che tutti i tesserati si devono fare: se si sente adeguato a raggiungere gli obiettivi e cullare le ambizioni che i nostri tifosi desiderano ottenere. Bisogna sapersi mettere in discussione e provare quotidianamente a fare un salto di qualità. Quando siamo stati in grado di fare questo abbiamo ottenuto sempre i risultati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Cassino, gli arriva una cartella da oltre 1000 euro dopo una firma di un corriere

  • Morolo, scontro tra auto e bus, Ivan De Santis di 27 anni non ce l'ha fatta

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento