Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coronavirus a Pontecorvo, Rotondo contro il maldicente: "Sei un vigliacco"

Il Sindaco si scaglia duramente contro l'autore del biglietto "Non avvicinatevi agli operatori Udi perché sono contagiosi", lasciato presso la Casa della Salute della cittadina in provincia di Frosinone

 

Nella mattinata di oggi, domenica 24 maggio, il Sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo non ha usato mezzi termini per definire l'autore della maldicenza, in tema di Coronavirus, nei confronti del personale dell'Unità di degenza infermieristica della locale Casa della Salute: "A quel vigliacco, quel vile, quella persona inutile e insignificante - ha tuonato, in un video-intervento, il Primo Cittadino - che ha lasciato vicino all'Udi, un reparto di eccellenza della Casa della Salute di Pontecorvo, un biglietto con su scritto 'Non avvicinatevi agli operatori Udi perché sono contagiosi', gli voglio dire 'sei un vigliacco, fai schifo, ti devi vergognare', perché solo chi non ha la faccia di dire le cose in faccia è un lurido vigliacco".

"La mia solidarietà piena - ha espresso poi - all'Assessore alla Sanità Gianluca Narducci, responsabile del reparto Udi, ma a tutti gli operatori sanitari di quel reparto. Infermieri, medici e ausiliari che ogni giorno si recano a lavoro e lo fanno con passione, addirittura superando le ore badgettizzate, quindi pagate, perché restano nel reparto per più ore per accudire dignitosamente i pazienti. Sei un lurido vigliacco - ha concluso - La prossima volta, se hai da dire qualcosa sul personale medico e paramedico dell'Udi, dillo almeno in faccia, perché altrimenti ti devi vergognare e rinchiudere in quarantena per tutta la vita". 

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento