Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Cassino ricorda Guglielmo Mollicone. A Fonte Serena i fiori e la lettera dei familiari di Gilberta Palleschi

Due commoventi manifestazioni si sono svolte in contemporanea, per rendere omaggio alla studentessa di Arce assassinata diciannove anni fa ed al padre morto ieri

 

La panchina rossa del rispetto dedicata a Serena Mollicone e Gilberta Palleschi, due donne ciociare assassinate senza pietà, è stata teatro oggi, a Cassino, in piazza Labriola, davanti al tribunale, di una commemorazione fortemente voluta dall'Ordine Forense. Un mazzo di fiori, posizionato sulla panca inaugurata lo scorso 20 novembre da Guglielmo Mollicone e Giuliana De Ciantis, cognata di Gilberta Palleschi, per rendere omaggio a questo padre-coraggio che ieri è morto e che tanto ha fatto affinché sulla morte della figlia appena diciottenne si facesse piena luce.

Un minuto di raccoglimento e una breve celebrazione religiosa da parte di don Benedetto Minchella, parroco della chiesa di Sant'Antonio, alla presenza delle forze dell'ordine e di decine di semplici cittadini. Commoventi le parole dell'avvocato Gianluca Giannichedda, presidente dell'Ordine di Cassino, che si è fatto promotore di una proposta: chiedere al sindaco di Cassino di intitolare al maestro Guglielmo l'area antistante il palazzo di Giustizia.

I fiori a Fonte Serena

Mentre a Cassino si ricordava la morte del settantaduenne, nel bosco di Anitrella, in località Fonte Cupa, oggi Fonte Serena, dove la ragazza di Arce venne ritrovata morta il 3 giugno del 2001,  i familiari di Gilberta Palleschi -  l'insegnante di inglese di Sora, assassinata nel 2014, mentre faceva jogging lungo le sponde del Fibreno da un maniaco sessuale - hanno voluto ricordare la morte della sventurata giovane di Arce, depositando un mazzo di fiori e una lettera struggente.

Martedì 2 giugno il funerale di Guglielmo

Si erano conosciuti con Guglielmo dopo la tragedia di Gilberta e lo stesso padre di Serena li aveva sostenuti in ogni modo e presenziando a tutti gli eventi anche di protesta, organizzati nel corso del tempo. L'assassino di Gilberta oggi è in carcere mentre chi ha ucciso Serena ancora non ha avuto la giusta punizione. 

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento