Pico, Carè si dimette da commissario straordinario della XVI comunità montana monti Ausoni

La decisione presa per impegni lavorativi e familiari, dopo aver seguito un importante iter di chiusura dell’ente, con approvazione del bilancio iniziale di liquidazione 2020

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Con la presente comunico di dimettermi da Commissario straordinario della XVIª Comunità Montana Monti Ausoni, per impegni lavorativi e familiari, dopo aver seguito un importante iter di chiusura dell’ente, con approvazione del bilancio iniziale di liquidazione 2020 ed aver consegnato una relazione di attività, con i relativi crediti e i debiti dell’ente montano, ricognizione dei beni, documentazione in cui siamo stati tra i primi enti montani ad inviarla alla Regione Lazio ed all’UNCEM Lazio.

Come ribadito in più occasioni, non ultima la riunione via web del 19 febbraio scorso, con UNCEM Lazio, Sindaci del territorio e Regione Lazio, l’ente XVIª Comunità montana si avvia alla definitiva chiusura e potenziale passaggio all’Unione dei Comuni montani, con un solido bilancio in attivo, senza alcuna assunzione di comodo; semplice sarà la gestione dei pochissimi dipendenti effettivi, aggiungo, senza che il sottoscritto abbia mai preso un solo euro di indennità o compenso spettante da Commissario straordinario, come ho sempre fatto, e continuo a fare, in qualità di vice Sindaco del Comune Falvaterra, con impegno politico più che ventennale. Ringrazio e saluto i Dipendenti, i Collaboratori politici, Segretari, Revisori e Tecnici, presenti e passati, dell’ente montano che mi hanno accompagnato in un lungo percorso di gestione e tutti gli Amministratori e Sindaci, attuali e passati, dei Comuni del nostro straordinario territorio dei Monti Ausoni.

Pico, 14.03.2021 Prof. Augusto Carè

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento