Biomedica Foscama, la nuova proprietà spiega che entro il 2020 saranno assunti 30 lavoratori

In una nota i nuovi proprietari del sito di Ferentino fanno chiarezza dopo l’incontro tenutosi nella sede di Unindustria Frosinone

Foto di archivio

Cosa sta succedendo alla vertenza della Biomedica Foscama che vede coinvolti ben 72 lavoratori della provincia di Frosinone? Dopo l’incontro tra le parti che c’è stato martedì scorso nella sede di Unindustria ed il presidio davanti l’azienda indetto dai sindacati nella giornata di ieri era iniziata a salire la preoccupazione per una vicenda che sembrava volgersi la meglio dopo l’aggiudicazione dell’asta da parte della Special Pharma Lab S.r.l. ai primi di agosto.

Le parole del presidente Pompeo

Preoccupazione rimarcata anche dal presidente della provincia Pompeo: “Non posso non esprimere disappunto per la mancata conclusione positiva della vertenza Biomedica Foscama. Siamo dalla parte dei lavoratori e siamo pronti a sostenere tutte le azioni che le sigle sindacali vorranno mettere in campo. Mi sono confrontato con le sigle sindacali in presidio davanti allo stabilimento, ribadendo che siamo a disposizione per qualunque iniziativa utile alla salvaguardia dei livelli occupazionali. Infine, ci tengo a manifestare solidarietà e vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie - conclude il Presidente Pompeo – C’è bisogno del contributo di tutte le istituzioni locali  per non subire un ennesimo impoverimento del nostro tessuto industriale”.

La nota dell’azienda

A cercare di fare chiarezza su quello che sta succedendo ci è arrivata una nota dell’azienda, la nuova proprietaria del sito, che parla di reinserimento progressivo dei lavoratori con 30 unità entro aprile del 2020. “Special Pharma Lab S.r.l., società controllata da Special Product’s Line S.p.A. (S.P.L.), è una realtà imprenditoriale che fa parte di un gruppo farmaceutico fortemente legato al territorio. La nostra società, nell’ambito dell’acquisto dell’azienda Biomedica Foscama S.p.A., è impegnata nel raggiungimento di una intesa sindacale per la riattivazione del sito e la riassunzione del personale. Pur comprendendo pienamente le tensioni e le preoccupazioni dei lavoratori – spiega l’azienda in una nota - riteniamo necessario fare ordine nella delicata vicenda per dovere di verità e per tutelare l’immagine del nostro Gruppo dalle imprecise notizie degli organi di informazione.

Accolte le richieste dei sindacati

Nell’incontro del 10 settembre c.a., tenutosi presso la sede Unindustria di Frosinone, Special Pharma Lab S.r.l. ha accolto tutte le richieste avanzate dalle Organizzazioni Sindacali: 1) definire un piano industriale dettagliato per la riattivazione del sito; 2) garantire l’assunzione di 30 lavoratori anche in caso di slittamento delle tempistiche indicate nel cronoprogramma del piano; 3) mantenere le condizioni retributive degli scatti di anzianità per i lavoratori coinvolti.

Il piano di rientro di 20 lavoratori

Il nostro piano prevede l’assorbimento progressivo di 20 lavoratori entro dicembre c.a. ed altri 10 entro il 30 aprile 2020. Il personale gradualmente assorbito si aggiunge allo staff di S.P.L. e a quello delle ditte esterne specializzate per lo svolgimento delle attività da sostenere per l’ispezione del Ministero della Salute (AIFA), finalizzata all’ottenimento dell’autorizzazione al riavvio della produzione.

Il reinserimento degli altri 42 lavoratori

Relativamente ai 42 lavoratori rimanenti non immediatamente coinvolti si prospetta un loro futuro impiego in base a necessità organizzative e produttive. Il clima di fiducia verso il positivo esito dell’incontro del 10 c.m. è stato interrotto dalla inattesa decisione di due sigle sindacali di non concludere l’accordo e di alzare improvvidamente la posta, ribadendo una questione già affrontata e che si riteneva abbondantemente superata, concernente il TFR. L’obiettivo delle due sigle sindacali era infatti quello di coinvolgere la Special Pharma Lab S.r.l. nella questione del TFR maturato dai lavoratori durante le precedente gestioni Biomedica Foscama S.p.A.. I sindacati avrebbero potuto e dovuto far valere questa istanza a tempo debito, rivolgendosi alla giusta controparte e, quindi, non a Special Pharma Lab S.r.l. totalmente estranea alle gestioni precedenti.

A breve la selezione del personale

Confermando il massimo impegno per il progetto industriale e pronti ad effettuare gli investimenti necessari per il rilancio del sito produttivo, riteniamo che ulteriori ritardi nella stipula dell’accordo sindacale possano creare problemi tali da compromettere l’intera operazione. A dimostrazione della serietà del progetto e della volontà di stringere i tempi, la S.P.L. a breve inizierà la selezione del personale coinvolgendo tutti e 72 i lavoratori di Biomedica Foscama S.p.A. Abbiamo richiesto un incontro con le istituzioni locali per illustrare il nostro impegno industriale ed occupazione nell’ambito dell’attività che svolgiamo e che abbiamo intenzione di sviluppare”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Anagni, prima la pedina e poi la costringe a manovre pericolose con la sua auto. Arrestato stalker

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento