menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il colonnello Luisa Corbetta nuovo comandante Carabinieri Forestale di Frosinone

L'ufficiale ha rivestito per diversi anni incarichi di prestigio presso il Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari (Servizio CITES, NICAF, NAF e settore anti-bracconaggio)

Il nuovo comandante in sede è il colonnello CC RFI Luisa Corbetta, proveniente da Roma, 52 anni, coniugata, madre di una bambina, si è da pochi giorni insediata nella sede del Comando provinciale di specialità dell’Arma, venendo a sostituire il suo predecessore, il colonnello Giuseppe Lopez.

Il colonnello Corbetta, titolato Scuola Forze di Polizia, ha rivestito per diversi anni incarichi di prestigio presso l’allora Ispettorato Generale del Corpo forestale dello Stato, ora Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (Servizio CITES, NICAF, NAF e settore antibracconaggio), oltreché una costante attività didattica sulla attuazione della Convenzione di Washington - CITES e norme correlate presso tutte le Scuole nazionali dell’ex Amministrazione forestale (Cittaducale – Rieti - Sabaudia e Ceva), come anche di altre Amministrazioni. Vanta lunga esperienza internazionale in campo di cooperazione Interpol ed Europol in materia di reati ambientali ed ha frequentato numerosi seminari CEPOL (Accademia Europea di Polizia) sia come discente che come docente.

Dall’inizio del 2017, in continuità con le precedenti funzioni, è stato Comandante del Reparto Operativo del Raggruppamento Carabinieri CITES del CUFAAC e membro di Gruppi di Lavoro a livello internazionale per la tutela delle specie di flora e fauna minacciate di estinzione nonché su problematiche legate al fenomeno della deforestazione a livello globale (“illegal logging”). La tutela dell’ambiente ha costituito da sempre per il colonnello Corbetta la linea da seguire costantemente nella sua attività non solo professionale ma anche personale, tutela da svolgere attraverso una attività di prevenzione innanzitutto e di attento controllo del territorio con spirito di servizio, tra i cittadini e per i cittadini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento