Dal 27 giugno apre “Il Bosco di Paliano” con area picnic, sentieri, piste ciclabili, biciclette e tanto verde

L’iniziativa da parte delle figlie del Principe Antonello Ruffo per dare la possibilità a tutti di fruire di un’area relax che siamo sicuri con il caldo sarà invasa dai cittadini di tutta la zona

Una veduta dell'ingresso del bosco

Tornano i Ruffo a Paliano e mettono a disposizione della comunità una vasta area boschiva all’interno del Monumento Naturale della Selva di Paliano e Mola dei Piscoli che verrà aperta al pubblico sabato 27 giugno a pochi chilometri dal casello autostradale di Colleferro sull’autostrada Roma-Napoli.

Sentieri ombreggiati, piste ciclabili, aree jogging, aree passeggio con i bambini ed aree picnic saranno a disposizione di chi ha bisogno di ritrovare il contatto con la natura. Si potranno portare a passeggio i bambini, far correre i propri cani o semplicemente prendere un po’ di fresco.

“Il Bosco di Paliano” sarà aperto tutti i giorni tranne il lunedì dal 27 giugno al 15 settembre 2020, dalle 10 alle 18,30. L’ingresso al Bosco sarà libero. Al pubblico verrà chiesto soltanto di rispettare l’ambiente. Niente plastica, niente rifiuti.

Lo spazio, di oltre 30 ettari, offrirà poi la possibilità di usufruire di una serie di servizi, tra cui un’area picnic con tavoli in legno e barbecue. Durante il fine settimana vi sarà un punto ristoro, le famiglie potranno beneficiare di un’area didattica per i bambini e potranno avvicinarsi ai progetti dell’attività circense! Inoltre, si potranno noleggiare biciclette per grandi e piccini e fare passeggiate a cavallo.

L’iniziativa, con il supporto del Comune di Paliano e della Regione Lazio, vuole essere una prima immediata risposta ai lunghi mesi di chiusura in casa per l’emergenza sanitaria del coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’iniziativa che sarà da ampliare nel futuro dalle signore Ruffo (le figlie del Principe) che in questo modo tornano nella loro proprietà, dopo la morte di Don Antonello, il pioniere italiano del rispetto della natura, che tra tante difficoltà era riuscito a creare un’oasi che aveva ospitato fino a 10 milioni di persone. Oggi, le due figlie con modestia e serietà tornano alla natura e vogliono coinvolgere la gente che ha bisogno di verde e di respirare aria buona ed ha tanta libertà di movimento.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" sbarcano a Frosinone

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Frontale sulla Palianese, la morte del giovane Mattia lascia un vuoto incolmabile

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Ceccano, i nomi dei 16 eletti in Consiglio comunale e tutti i numeri delle Elezioni 2020

  • Coronavirus, nuovo caso in una scuola ciociara: attivata la didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento