menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio

Foto di archivio

Pontercovo, presto un nuovo depuratore green e con tecnologie avanzate

Il nuovo impianto è stato progettato per meglio rispondere alla normativa attualmente vigente per il trattamento dei reflui urbani: avrà una potenzialità di 10.000 abitanti equivalenti e comporterà, come accennato, un sostanziale raddoppio della capacità di trattamento della struttura attuale

Un impianto di depurazione moderno, tecnologicamente avanzato e green. È quello che Acea Ato 5 realizzerà nei prossimi mesi a Pontecorvo (Frosinone), potenziando quello ad oggi esistente a servizio dell’area “Capoluogo”. L’investimento è previsto nel nuovo Piano degli interventi 2020-2023 al vaglio dell’Ente di gestione d’Ambito e prevede un impegno finanziario per i lavori di quasi 4 milioni di euro.

Nei giorni scorsi sono terminati gli interventi di bonifica degli ordigni bellici sulla zona individuata per la costruzione dell’opera e, completato l’iter tecnico-amministrativo, si passerà all’apertura del cantiere per la costruzione dell’infrastruttura. Nel cronoprogramma l’avvio delle attività di costruzione è fissata nel 2021, una volta terminate tutte le verifiche necessarie e preliminari alla realizzazione dell’opera.

Il nuovo impianto è stato progettato per meglio rispondere alla normativa attualmente vigente per il trattamento dei reflui urbani: avrà una potenzialità di 10.000 abitanti equivalenti e comporterà, come accennato, un sostanziale raddoppio della capacità di trattamento della struttura attuale (5.000 abitanti equivalenti), una scelta che ha preso in considerazione anche i possibili sviluppi demografici del territorio. L’impianto sarà di tipo “biologico a fanghi attivi” ed avrà una performante linea di trattamento fanghi che consentirà la gestione degli stessi secondo i principi della green e circular economy. Inoltre, il nuovo impianto sarà dotato di una linea di trattamento terziario avanzata, che prevede l’installazione di un sistema di microfiltrazione e di disinfezione a raggi UV del refluo trattato in uscita a tutela del corpo idrico ricettore, che nel caso concreto è il fiume Liri. Infine, per garantirne l’ottimale gestione, l’impianto di depurazione sarà dotato di un moderno sistema di automazione e telegestione e sarà monitorato 24 ore su 24 dalla sala operativa di Acea Ato 5, garantendo così con immediatezza ogni tipo d’intervento in caso di necessità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Frosinone, oggi si festeggia "Santa Fregna"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento