rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
La nuova viabilità

‘A Frosinone la mobilità sarà stravolta’

Intervista all’assessora Maria Rosaria Rotondi: “La nuova circolazione a De Matthaeis non è definitiva. In arrivo due-tre anni con diversi cantieri”

La nuova circolazione a De Matthaeis ha già creato i primi malumori tra i cittadini, con il traffico che in questi giorni, specialmente a causa della pioggia, non ha accennato a diminuire. Per parlare di questo e di molto altro, abbiamo contattato l’assessora delegata a polizia municipale, sicurezza, disciplina della viabilità e traffico, Maria Rosaria Rotondi.

Recentemente è cambiata la viabilità a De Matthaeis, ci spiega i motivi di questa scelta?

“L’obiettivo è quello di migliorare la viabilità in generale. Siamo consapevoli che Frosinone ha una rete stradale che riesce con difficoltà ad assorbire il traffico che esplode durante il giorno. Frosinone si “raddoppia” nelle giornate feriali, con molti residenti dei comuni limitrofi che vengono a lavorare nel Capoluogo. Questo ovviamente comporta un traffico importante. Con la Polizia Municipale siamo molto attenti ad interpretare le possibilità di miglioramento. A seguito dei lavori compiuti da Acea a De Matthaeis, ci siamo resi conto che allungando il circuito per le macchine migliorava la fluidità.

A questo punto abbiamo voluto introdurre questo sistema in maniera ordinaria per vedere se funziona. Ecco perché da Via Tiburtina abbiamo impedito un’intersecazione diretta verso Viale Roma, provocando dunque un allungamento. Questo sulla carta dovrebbe funzionare meglio, ma vogliamo comunque verificare. Il cambiamento per ora è in via sperimentale, lo studieremo per i prossimi giorni. Se dovesse funzionare, diventerebbe definitivo. Ci siamo dati un mese per vedere come va”.

Le piste ciclabili di Via Marittima hanno stravolto la viabilità nella zona bassa di Frosinone. Ci può dire se sono in programma altri accorgimenti e se gli automobilisti si sono abituati al nuovo senso di marcia?

"La pista ciclabile di Via Marittima effettivamente ha stravolto le condizioni di traffico. Purtroppo, o meno male – direi più così – era già nei conti. Quello che sta per essere stravolto è proprio la mobilità in generale di Frosinone. Da qui a qualche tempo la mobilità, sempre di più, deve spostarsi verso quella che viene definita la mobilità sostenibile. Con la pista ciclabile di Via Marittima abbiamo iniziato questo tipo di operazione.

È logico che, essendo il primo passo, è quello che ha ‘fatto più scalpore’. Ma sarà seguito da altre situazioni simili perché l’obiettivo è creare piste ciclabili che collegano tutta Frosinone bassa e questo perché una pista ciclabile, per avere senso, deve consentire di spostarsi sull’intera città. E questa è la caratteristica della mobilità sostenibile: creare un canale di circolazione alternativo che deve riguardare l’intera rete. È logico che se introduciamo un sistema parallelo e alternativo, riduciamo quello precedente.

Oggi è sembrato qualcosa che riguarda solo Via Marittima, ma non è un’operazione fatta a caso, ma andrà a riunirsi ad altre realizzazioni che pian piano si verranno a determinare, fino a chiudere un quadro che a quel punto sarà più chiaro a chi percorre le strade, dando un senso logico che oggi sembra non esserci".

Sono previste altre novità sulla viabilità a Frosinone?

Le novità saranno sempre guidate dalla volontà di rendere il traffico più fluido. Non possono essere introdotte strade nuove, ma bisogna in qualche modo interpretare come si possono migliorare le strade già esistenti. Andiamo incontro ad un periodo di due-tre anni che sarà caratterizzato da diversi cantieri – credo un motivo di soddisfazione per i cittadini - per i lavori che sono stati già definiti e dovevano essere solamente avviati. Il momento sta arrivando. È chiaro che ogni volta quando si apre un cantiere genera un problema alla circolazione e quindi la metodologia che abbiamo introdotto è quella di svolgere un’attività previsionale il più attenta possibile.

Prima dell’avvio dei cantieri, faremo un confronto tra chi deve realizzare i lavori e la Polizia Municipale, proprio per focalizzare tutti i problemi attinenti alla circolazione e alla sosta. Andiamo incontro, dunque, ad un periodo che spesso presenterà delle novità alla viabilità. Volta per volta decideremo come fare per evitare problemi o comunque per rendere tutto meno problematico possibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘A Frosinone la mobilità sarà stravolta’

FrosinoneToday è in caricamento