Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

AEPI Lazio: ecco la rappresentanza della confederazione

Una serie di appuntamenti con la stampa per presentare i coordinatori provinciali e regionale. A loro il compito di raccogliere le istanze dei territori

Tappa nel Lazio per la Confederazione AEPI- Associazioni Europee di Professionisti e Imprese- che presenta la sua rappresentanza a livello regionale e provinciale. Una serie di appuntamenti istituzionali che, tra febbraio e marzo, toccheranno alcuni dei luoghi più significativi per far conoscere ufficialmente la propria squadra. Competenza, serietà e professionalità il valore aggiunto dei referenti, ai vari livelli. AEPI, infatti, mette insieme liberi professionisti e micro e piccole imprese, raccogliendone le istanze. Firmataria tra gli altri del patto per l’Export, di un protocollo con Anci- l’Associazione Nazionale Comuni Italiani- e di un altro con Città dell’Olio, ha al centro del suo impegno la valorizzazione delle eccellenze locali e progetti di internazionalizzazione del Made in Italy.

"La nostra struttura di respiro internazionale, ma anche nazionale, regionale e provinciale- spiega il presidente Mino Dinoi- ci permette di essere presenti nei vari territori e farci promotori sui tavoli di governo delle esigenze che arrivano dal mondo produttivo». Esattamente un anno fa, l’inaugurazione di una sede operativa a Bruxelles, nel cuore dell’Europa. «In questo momento pensiamo a Recovery Plan e Next Generation: sono l’occasione per investimenti e programmazione. Ma in modo mirato, senza dimenticare l’ascolto reale dei bisogni. Le piccole realtà- dice ancora- sono il motore pulsante del sistema Paese, per molti anni lontane dalle agende della politica. Invece sono il nostro biglietto da visita nel mondo".

Per la coordinatrice regionale Lazio, Rita Palombi "la Confederazione si caratterizza come filo conduttore tra i vari territori e una realtà molto più ampia quale è quella europea. Il mio ruolo nel Lazio sarà quello di mettere a sistema le risorse umane dei territori per cogliere le opportunità per il futuro che arrivano direttamente dall’Europa, dando un aiuto agli operatori economici che vogliono voce e supporto".
 

Per la coordinatrice provinciale Frosinone Marina La Norcia "Adottare il Made in Italy come modello di business per l’Italia è il modo migliore per rendere la nostra economia, anche quella locale, più competitiva. Riuscire, quindi, a far sì che il made in Italy rimanga italiano, ma globale, in un’ottica glocal, è una strategia efficace. AEPI promuove un piano di internazionalizzazione adeguato per  permettere alle imprese di competere a livello internazionale e non perdere il proprio peso in un mercato così vasto".

Appuntamento venerdì 26 febbraio alle ore 12 a Cassino, presso la sala Restagno del Comune, in piazza Alcide De Gasperi. Presenti il sindaco di Cassino Enzo Salera, il presidente di AEPI Mino Dinoi, le coordinatrici regionale Lazio e provinciale Frosinone, Rita Palombi e Marina La Norcia.

In tutto quattro gli appuntamenti nel Lazio che saranno trasmessi in diretta sulla pagina Facebook della Confederazione AEPI.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AEPI Lazio: ecco la rappresentanza della confederazione

FrosinoneToday è in caricamento