Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità

Aeroporto Roma-Frosinone, l’Aparf presenta l’importante progetto: ecco i rendering ed il primo volo virtuale (foto e video)

Durante il convegno sono state messe a nudo le progettazioni ufficiali ed i rendering del progetto definitivo dell'infrastruttura. Si parla di circa 3.000 posti di lavoro per il territorio

All’Auditorium Diocesano San Paolo di Frosinone si è tenuto un convegno per presentare un importante progetto per il territorio: l’aeroporto civile di Roma-Frosinone.

Durante il convegno sono state messe a nudo le progettazioni ufficiali ed i rendering del progetto definitivo dell'infrastruttura. L’Aparf, associazione promotrice dell’importante progetto, ha toccato tutti i punti cardini della realizzazione dello stesso, come ad esempio il possibile sviluppo del territorio e l’impatto ambientale.

Al convegno moderato da Daniele Flavi (giornalista di Frosinonetoday.it), oltre al Presidente dell’Aparf Tiziano Schiappa, sono intervenuti parecchie autorità locali e non: Alfredo Pallone (Cda Enac), il senatore Gianfranco Rufa, l’ingegnere Carlo Criscuolo, Matteo Castioni (Presidente dell'Associazione Italiana Compagnie Aeree Low Fares), Carmine Polito (Presidente di Federlazio Frosinone) e l’ex senatore Francesco Scalia.

Tutti hanno apprezzato il progetto presentato ieri all’Auditorium Diocesano San Paolo di Frosinone e spiegato come questo potrebbe essere un importante passo per il territorio della Provincia.

Il progetto

“Un importante area urbana come quella di Frosinone – spiega l’Aparf - ha bisogno di un aeroporto. Oggi, ma soprattutto domani per incrementare turismo, economia e contesto territoriale. Le imprese del frusinate, ed in particolare quelle della provincia di Frosinone, sono localizzate in un “mercato” asfittico, a volte lontano dai grandi mercati, nazionali e internazionali. Se vogliono crescere, devono raggiungere e servire quei mercati.

Tante delle imprese eccellenti in crescita della provincia di Frosinone hanno una fortissima propensione all’export. Il trasporto aereo, unito alle infrastrutture su ferro presenti sul nostro territorio sono evidentemente il sistema più veloce ed efficiente, compatibile con i tempi produttivi delle imprese, per entrare in contatto e stabilire relazioni con mercati lontani.

Quali sono le infrastrutture di trasporto che le imprese e le multinazionali chiedono quando devono scegliere una nuova localizzazione per le loro attività? Si pensi, per esempio, alle imprese manifatturiere la maggior parte di loro cercano zone altamente collegate alle principali infrastrutture territorali: strade, porti, aeroporti ferrovie, piattaforme intermodali, ecc. Le imprese multinazionali infatti movimentano materie prime, semilavorati, componenti, prodotti finiti, ecc.

Ed ormai sempre più, indipendentemente dal settore di appartenenza, vogliono anche essere vicine ad aeroporti.

Quando questa condizione esiste, si amplia notevolmente il potenziale di un territorio, creando reali opportunità di incremento delle attività e dei ricavi delle imprese. In generale, determinando un aumento di benessere per tutti.

L’aeroporto a Frosinone ancora più che nel presente, serve per il futuro come hub logistico e commerciale. L’economia di Frosinone, per lo stato in cui è, forse può “vivere” anche senza un aeroporto. Ma se si vuole dare un dinamismo imprenditoriale ed una svolta all’area in futuro, allora un aeroporto integrato al bacino Laziale-Campano con collegamenti aerei adeguati, diventa un fattore fondamentale e indispensabile!”.

Impatto occupazione e il cronoprogramma

L’occupazione diretta, indiretta ed indotta, generata dalla presenza dello scalo nel territorio – continua l’Aparf - può essere ricondotta alle seguenti macrocategorie: compagnie aeree e servizi a terra, servizi di amministrazione e gestione, servizi commerciali, società esterne di servizi legate all’indotto aeroportuale. Con la realizzazione di questo progetto, in numeri, si parla di circa 3.000 posti di lavoro in più per il territorio.

L’Aparf poi ha spiegato le varie fasi della possibile realizzazione del progetto. La prima fase prevede nel primo anno: fattibilità valutazione socio economica; valutazione ambientale strategica; approvazione/verifica ed eventuale modifica del progetto a valle delle richieste di integrazione; predisposizione dello studio di fattibilità. La fase due, invece, prevede: attività di gestione gara; sviluppo del progetto definitivo; valutazione impatto ambientale; attività amministrative per il rilascio concessione di gestione aeroportuale. I lavori di cantiere – secondo la stima dell’Aparf – potranno essere svolti tra il 2023 ed il 2024, con l’operatività dell’aeroporto per il 2025.

+++Aggiornamento ore 11:15+++

Comunicato stampa Aparf

"È stato un vero successo il convegno tenutosi ieri presso l'Auditorium San Paolo apostolo di Frosinone organizzato dall' APARF - Associazione Progetto Aeroporto di Roma Frosinone e dal suo presidente Tiziano Schiappa, in merito il progetto dell'aeroporto di Roma Frosinone. Importanti sono stati gli interventi che si sono susseguiti durante lo stesso convegno.

È stato un evento fondamentale, dove con l'occasione sono state mostrate e divulgate alle persone presenti in sala e alla cittadinanza collegata via streaming, tutto il lavoro fatto dall'associazione APARF.

Sono stati resi pubblici rendering, immagini e simulazioni di procedure di volo con manovre di decollo e atterraggio da e per lo scalo di Frosinone, vagliate positivamente dall'Enac.

Preziosa è stato l'intervento dell'ingegner Carlo criscuolo della tecno2C, che ha mostrato tutte le volabilità dello scalo e le specifiche aerovie messe a disposizione per far operare in perfetta sintonia l' aeroporto di Roma Frosinone con il contesto del bacino Laziale - Campano.

Come già dichiarato da Enac alcuni mesi addietro, è stata confermata la fattibilità a procedere su Frosinone.

Questo perché l'aeroporto in oggetto non è solamente importante per il territorio stesso ma per tutte le 6 province limitrofe dell'area in questione.

Come ribadito dal Dott. Alfredo Pallone (CDA Enac) a conferma di quanto già espresso dall' Avv di Stato e Presidente dell' Enac Pierluigi di Palma l'aeroporto di Roma Frosinone è la soluzione naturale è congeniale per l'individuaazione di un terzo scalo aeroportuale nel Lazio questo perché la stessa strutura include un alto livello di intermodalita con il territorio.

Difatti lo scalo aeroportuale grazie alle eccellenti opere viarie già presenti sul territorio, (direttrice Roma Frosinone già pronta, Linea Tav in concomitanza, e rete autostradale) è messo in stretta correlazione con l'hub della capitale.

Il Tutto considerando che la stessa opera infrastrutturale ricadrebbe perfettamente in un importante contesto di visibilità e operatività nazionale ed Europea.

A ribadire l'alto interesse sullo scalo aeroportuale in questione, anche il prezioso intervento dell'Avv. Matteo Castioni, Presidente dell' Aicalf, (associazione nazionale compagnia aeree low cost) che rappresentano più del 50% del traffico aereo nazionale.

La conferma da parte delle 5 compagnie facenti parti dell'associazione ad investire su Frosinone apportando il loro supporto per costruire una strategia condivisa affinché l'opera possa realizzarsi quanto prima.

Importante anche l'intervento del Senatore Rufa che ha confermato il suo supporto all'operato dell'associazione APARF ed ha anticipato al pubblico di voler creare e realizzare un disegno di legge congiunto e ad hoc sul progetto dell'aeroporto.

Un disegno di legge che vedrà coinvolti tutti i partiti del territorio per velocizzare i vari iter futuri dell'infrastruttura in questione. Un disegno di legge necessario per allineare il governo a quanto già espresso da Enac.

Fondamentali sono stati anche i saluti del Senatore Ruspandini e del Presidente del Consiglio Provinciale Daniele Maura, accorsi al convegno per confermare il pieno supporto all'associazione APARF per la realizzazione del progetto.

Notevoli ed efficaci anche gli interventi del presidente Polito di Federlazio - Associazione Piccole e Medie Imprese del Lazio che ha confermato l'importanza strategica della presenza di un aeroporto civile e commerciale a Frosinone, ha espresso anch'e lui il pieno appoggio da parte di Federlazio al progetto dell'Aparf.

Fondamentali ed efficaci anche gli interventi del segretario nazionale Uil Trasporti Ivan Viglietti e del Presidente dell' ANGI - Associazione Nazionale Giovani Innovatori Dott. Gabriele Ferrieri che dal importante convegno CoopG20, ha espresso con un messaggio video in diretta, il pieno appoggio a supporto all' l'importante opera infrastrutturale in oggetto, per il bene non solo del territorio della regione Lazio ma di tutto il comparto nazionale.

Questo quanto successo ieri durante il convegno, che è andato a confermare in sintesi le seguenti parole: Frosinone può incominciare a volare!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto Roma-Frosinone, l’Aparf presenta l’importante progetto: ecco i rendering ed il primo volo virtuale (foto e video)

FrosinoneToday è in caricamento