Alatri, l’ex sindaco Magliocca condannato al risarcimento di 40 mila euro alla Raponi

Una storia che va avanti da 10 anni e che iniziò con un decreto dell’ex primo cittadino che revocò l’incarico alla dirigente comunale

Dopo ben 10 anni di processo è arrivata la sentenza della corte dei conti che ha condannato l’ex sindaco di Alatri Costantino Magliocca al pagamento di 40 mila euro alla ex dirigente Tommasina Raponi che fu licenziata dall’allora primo cittadino. Il tutto iniziò nel 2006 quanto lo stesso sindaco e la sua squadra di governo assunsero la Raponi con una delibera di giunta (la numero 98) che decretava l’inizio della sua attività presso l’ente dal 1 gennaio 2017.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il licenziamento

A metà del 2008 però il sindaco Magliocca con un decreto revocò l’incarico alla Raponi che poi venne sostituita. La donna si rivolse, quindi al tribunale del lavoro, che nel 2011 condannò l’ente al pagamento di 63 mila euro che costituì in mora proprio l’ex primo cittadino. Di fatto si aprì un’altra fase processuale con il ricorso di Magliocca alla Corte dei Conti con la sentenza di quest’ultimo tribunale che è arrivata in queste ore e che ha sancito che il licenziamento del 2008 era illegittimo e che l’ex primo cittadino dovrà pagare la bellezza di quaranta mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento