Alatri, giudice di Pace si va verso la gestione consorziata tra più comuni?

La richiesta della maggioranza consigliare della città dei ciclopi non è stata ascoltata dagli altri enti vicini

Una situazione che va facendosi sempre più difficile e che per il momento grava sulle spalle solo del comune di Alatri. Stiamo parlando della gestione dell’ufficio del Giudice di Pace.

“La maggioranza consiliare rende noto che ha intrapreso un percorso per la gestione associata dell'Ufficio del Giudice di Pace di Alatri, con gli altri comuni del comprensorio giudiziario. A fronte di alcune riflessioni interne all'Amministrazione Comunale che coinvolgono essenzialmente la sfera economica finanziaria, ma soprattutto quella della gestione del personale, sempre più carente per i limiti e i tagli alle assunzioni, già nel gennaio scorso, il Sindaco di Alatri aveva scritto una nota ai colleghi sindaci dei comuni viciniori perché si addivenisse ad una gestione associata del servizio e, poi, con una ulteriore nota, riportante anche una bozza di convezione, inviata a maggio scorso.

A tutt'oggi, non è pervenuta alcuna risposta da parte dei sindaci e pertanto i costi di questo importante servizio territoriale, continuano a gravare esclusivamente sui cittadini  di Alatri. Come se non fosse sufficiente la difficoltà amministrativo-contabile a giustificare una situazione di questo tipo, da gennaio,  in virtù dell'entrata in vigore delle norme di agevolazione per la messa a riposo, la cosiddetta "quota cento", il comune ha subito un decremento importante e non prevedibile, così a breve tempo, della forza lavoro, con conseguente necessità di ridistribuire il personale negli uffici particolarmente depauperati per via dei pensionamenti anticipati.

Ecco quindi l'impellente richiesta sopracitata volta a recuperare, dagli altri comuni, personale e/o risorse finanziarie che consentirebbero una equa ripartizione degli oneri di gestione tra tutti i beneficiari dell'ufficio  del giudice di pace.  A tutto questo si aggiunge una riduzione sensibile degli accessi al servizio di cui bisogna pure prendere atto: nel 2016 sono state definite 578 pratiche, tra civile e penale, nel 2017, 469 e nel 2018, 372. Inoltre presso gli Uffici del Giudice di Pace di Alatri non è possibile giurare perizie, in quanto il personale non è stato abilitato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Siamo pronti al confronto utile e il più largo possibile sulla questione, con tutte le componenti politiche del consiglio, in modo da addivenire ad una soluzione condivisa, attivando le forme di partecipazione previste dal regolamento per il Consiglio Comunale e lo Statuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento