Attualità

Anagni, 72.000 euro dalla Regione per Via Francigena

L’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Daniele Natalia, punta a riqualificare un elemento fondamentale del patrimonio storico-culturale della Città dei Papi

A seguito della Deliberazione di Giunta Regionale n. 348/2018, che ha approvato l’Accordo Operativo con il Ministero Beni ed Attività Culturali ed altre Regioni, avente ad oggetto: "Via Francigena-Piano stralcio cultura e turismo-fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020- Delibera CIPE n.3/2016”, il Comune di Anagni ha presentato a gennaio 2019 un progetto che, a causa della insufficiente disponibilità finanziaria sancita dallo stesso MIBACT, ha in questi giorni dovuto rimodulare ottenendo 72.000 euro di finanziamento.

Il Comune di Anagni è posto lungo la direttrice Prenestina-Casilina-Latina della via Francigena tra i Comuni di Ferentino e Paliano; un decennio fa il tratto anagnino della Via Francigena fu interessato da un primo intervento di lavori di messa in sicurezza, pulitura di sentieri ed alloggiamento di cartelli indicatori, segno della volontà di ricostruire quel cammino che storicamente ha attraversato le valli del Sacco e del Liri.

Anagni si raggiunge attraverso la via Francigena che sale dolcemente lungo la strada comunale Anagni-Acuto, via Colle Fiore e Via Colle Saricone. Il contesto in cui si snoda il tracciato, che attraversa tratti di rara bellezza e di meraviglie architettoniche e naturalistiche nel territorio comunale, è vario ed articolato.

Le dichiarazioni degli assessori D'Ercole e Marino

Gli assessori all'Urbanistica Vittorio D’Ercole ed alla Cultura e Turismo Carlo Marino dichiarano: «La finalità degli interventi proposti  è quella di garantire l'accessibilità in sicurezza dell'intero tratto e di portare avanti iniziative aventi lo scopo di stimolare il recupero di edifici abbandonati o poco utilizzati, aumentando e migliorando così l'offerta di accoglienza e ristorazione non soltanto per i pellegrini ma anche per tutti coloro i quali - visitando la nostra cittadina - potranno apprezzarne gli aspetti naturalistici, architettonici ed enogastronomici. In particolare il cammino della Via Francigena si rivolge agli appassionati di “turismo lento” con la voglia di immergersi non solo nel ruolo degli antichi pellegrini ma anche di attraversare i luoghi che dell'Italia e dell'Europa hanno fatto la storia nel medioevo. Con questo importante finanziamento ottenuto, l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Daniele Natalia punta a riqualificare un elemento fondamentale del nostro patrimonio storico-culturale materiale ed immateriale come la Via Francigena. Ringraziamo gli Uffici comunali per il grande lavoro svolto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, 72.000 euro dalla Regione per Via Francigena

FrosinoneToday è in caricamento