Licenziamenti Marangoni, Quadrini (FI) chiede impegno immediato della Regione

"Occorre individuare un percorso di sviluppo sul sito produttivo di Anagni e Ferentino e salvaguardare i livelli occupazionali di queste famiglie colpite in modo inaccettabile"

È solo di qualche giorno fa l’annuncio, da parte della proprietà, di apertura della procedura per il licenziamento di tutto il personale occupato nel sito anagnino, il quale che dovrà essere individuato nell’ambito di una comparazione che comprende anche le 89 unità operaie dello stabilimento di Ferentino. Questo in conseguenza dell’autorizzazione alla Marangoni di Anagni per l'impianto di termodistribuzione di rifiuti speciali non pericolosi inerenti la distruzione di pneumatici fuori uso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad intervenire sulla questione è il consigliere provinciale, nonché presidente della XV Comunità montana e vice coordinatore FI Lazio Gianluca Quadrini che ritiene necessario vagliare ogni soluzione per scongiurare il licenziamento all’azienda Marangoni, fiore all’occhiello del territorio: ”I lavoratori della Marangoni - dichiara - da troppo tempo vivono nella forte incertezza per il proprio futuro oggi si trovano purtroppo a dover fare i conti con questa ulteriore problematica. Occorre individuare un percorso di sviluppo sul sito produttivo di Anagni e Ferentino e salvaguardare i livelli occupazionali di queste famiglie colpite in modo inaccettabile. È naturale che il caso deve vedere un impegno immediato della Regione, che è il primo interlocutore e che deve far sentire tutto il suo peso perché è assurdo comprendere come a causa della burocrazia del nostro paese non sia stata concessa l’autorizzazione per l'impianto di termodistribuzione di rifiuti speciali non pericolosi, nonostante il parere favorevole della conferenza dei servizi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento