Anagni, tolleranza zero contro la “movida maleducata”

Questo l’annuncio del sindaco Natalia dopo gli episodi dello scorso fine settimana

Dopo il lockdown dell’emergenza sanitaria per il coronavirus, il ritorno alla “quasi” normalità anche nel nord della Ciociaria sta provocando dei fenomeni di eccessiva maleducazione soprattutto nei giovani e nel fine settimana. Per questo motivo il sindaco di Anagni l’avv. Natalia ha annunciato una stretta sulla “movida maleducata”.

Le parole del sindaco

Dopo gli ultimi episodi di maleducazione registrati nel fine settimana il sindaco parla chiaro: “Ricordo che già due settimane fa si verificarono spiacevoli episodi al Parco della Rimembranza ed i responsabili furono individuati grazie al sistema di videosorveglianza e la Polizia Locale sta emettendo i verbali di sanzione. Ove ci sono telecamere si interviene sempre tempestivamente perché il centro storico va salvaguardato dagli eccessi di qualcuno che non è capace di divertirsi in modo civile”.

Il primo cittadino Daniele Natalia lo dice a chiare lettere: “Abbiamo e continueremo ad avere tolleranza zero nei confronti dei vandali e dei maleducati, allo studio c'è la possibilità di vietare con una apposita ordinanza la somministrazione di alcolici dopo la mezzanotte oltre ad una intensificazione dei controlli delle forze dell’ordine. Non voglio essere un “sindaco sceriffo” ma credo che sia fondamentale garantire la vivibilità del centro storico intervenendo con rigore”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco conclude dicendo: “Come Amministrazione non siamo indifferenti alla questione movida, interverremo con gli strumenti che la legge ci mette a disposizione, non possiamo però supplire alla mancanza d’educazione, all’assenza delle famiglie come alla disobbedienza dei figli. Chiaramente non è facendo sfregio dei vicoli del centro storico che si aiutano la città e le sue attività commerciali a ripartire, alla mancanza di senso civico risponderemo con i dovuti provvedimenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento