rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Attualità Anagni

Anagni, duro scontro tra il presidente del consiglio d’Istituto e un consigliere comunale

La rappresentante dell’istituto scolastico si dice essere stata: “aggredita verbalmente”

“Ma non ti vergogni neanche un po’? Utilizzi la scuola per fare campagna elettorale! vergogna. Agisci in maniera riprovevole o disonorevole utilizzando la scuola: cio’ che fai da mesi, per fare campagna elettorale”. Queste le frasi di un consiglierre comunale di Anagni rivolte a Rossella Rossi, presidente del Consiglio di Istituto dell'Ic2 di Anagni che ora per difendersi pensa di passare alla vie legali. Il tutto nasce intorno alle gestione del plesso scolastico di Osteria della Fontana ed in particolare dei nuovi lavori di un parco pubblico che sta nascendo proprio a ridosso della scuola.

La nota del presidente del Consiglio d’Istituto

"Chi mi conosce sa che, oltre ad avere una particolare propensione per questioni che riguardano la Città in cui vivo, da anni ricopro il ruolo di Presidente del Consiglio d’Istituto del Secondo Comprensivo di Anagni (IC2). Da diversi mesi – scrive Rossella Rossi in una nota - portiamo avanti una battaglia importante per via di un provvedimento amministrativo che ha privato uno dei Plessi del nostro Comprensivo di significativi spazi (a causa della realizzazione di un tramezzo destinato a ridurre l’utilizzo degli ambienti dell’IC2): fermo restando, per non fare dietrologia, che nell’occasione sono intervenuti diversi Enti e Forze dell’Ordine; rammentando che la battaglia è stata perorata da diversi Consiglieri Comunali e che ad oggi, le due aule interdette dai Vigili del Fuoco, sono ancora chiuse e quindi interdette, il Plesso di Osteria della Fontana, lato IC2, continua ad essere impattato da circostanze di particolare disagio.

È degli ultimi giorni la notizia della cantierizzazione di un’opera, probabilmente un parco pubblico, in Località Finocchietto. Ben venga! E nulla da eccepire, se non fosse che parte del cantiere invade il piazzale della Struttura scolastica del Secondo Comprensivo di Osteria della Fontana: addirittura le transenne arrivano esattamente a ridosso del playground esterno dove i ragazzi svolgono attività motoria.

Argomento questo affrontato nei giorni scorsi nella nostra componente genitori e oggetto di una riflessione da segnalare prima possibile agli organi competenti circa le condizioni di sicurezza.

Apprendo dal social di un esposto presentato da un Consigliere di Opposizione (il consigliere Valeriano Tasca) circa la messa in opera del cantiere e soprattutto sulle condizioni di sicurezza: legittimo e condiviso dalle colleghe “Mamme” già preoccupate rispetto a quanto detto.

Condividere, a mezzo social, la notizia dell’esposto ha generato, evidentemente, una reazione non controllata da parte di qualcuno, e aggiungo offensiva, dispotica e irriverente, nei riguardi della sottoscritta.

È noto ad ogni opinionista che i principi della Dinamica siano determinanti nella risposta “social”, dove spesso si applica la terza legge di Newton: quello che però stupisce è che a farlo, ed in maniera piuttosto irruenta, sia un rappresentante Istituzionale.

Questi i commenti ingiuriosi nei riguardi della sottoscritta: “ma non ti vergogni neanche un po’!?!?!. Utilizzi la scuola per fare campagna elettorale! vergogna. Agisci in maniera riprovevole o disonorevole utilizzando la scuola: cio’ che fai da mesi, per fare campagna elettorale”.

Queste le parole a me rivolte, offensive e diffamatorie sia nella forma che nel contenuto!!! Intanto mi ritengo una cittadina libera di esprimere in maniera civile, rispettosa ed educata, il proprio pensiero.

Ritengo inoltre che se e qualora decidessi di fare Politica in prima persona, non debba alcuna spiegazione o giustificazione al Consigliere Ambrosetti in questione (mi pare di capire, attualmente delegato alle Manutenzioni in forza all’Amministrazione Natalia)!!

Quello che non permetto assolutamente è di utilizzare certi termini per screditare l’impegno che ricopro da anni (e sono al secondo mandato) nell’Istituto dove i miei figli frequentano il percorso Scolastico e del quale sono orgogliosa!! Di accusarmi platealmente di “utilizzare” la realtà scolastica per “fare campagna elettorale”!!! Io ad Anagni ci vivo!!! Da sempre!!

E di cosa mi dovrei vergognare!?! Di rappresentare le istanze o le preoccupazioni di genitori che mi hanno dato fiducia? Di perorare la causa degli studenti che hanno TUTTI il sacrosanto diritto allo studio e di vivere in un ambiente scolastico sano e confortevole!?!! Di essere preoccupata per un cantiere che poteva essere tranquillamente aperto nei mesi in cui le attività scolastiche sono sospese??

Di elencare tutti gli interventi richiesti all’Ente dalla Scuola e attualmente disattesi!?!?! Di denunciare certe situazioni scolastiche “imbarazzanti”!?!?!

Credo che questo atteggiamento intimidatorio e irriverente sia da condannare: nella maniera più assoluta!

E dico di più: il termine vergogna è molto, troppo forte. Siamo dinanzi a delle chiare illazioni e al limite dell’offesa alla reputazione! Non credo che un Rappresentante Istituzionale possa continuare ad “aggredire” verbalmente tutte le persone che esprimono, in maniera civile ed educata, un dissenso e disapprovazione rispetto alle azioni dell’attuale Amministrazione!!!

Per quanto mi riguarda non mi faccio certo intimidire da atteggiamenti riprovevoli e brutali, ma credo che un simile comportamento non possa più essere tollerato!!! Un’offesa molto grave, per la quale mi riservo di tutelare legittimamente e legalmente la mia persona e le persone a me care, particolarmente provate da quanto “letto” pubblicamente nei miei riguardi". Restiamo ovviamente a disposizione di chiunque per eventuali repliche”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, duro scontro tra il presidente del consiglio d’Istituto e un consigliere comunale

FrosinoneToday è in caricamento