Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità Anagni

CasaPound contro il Green Pass. Tanti gli striscioni da Roma ad Anagni contro il certificato vaccinale

Il movimento di estrema destra CasaPound si mobilità contro la decisione del Governo di rendere obbligatorio il Green Pass

CasaPound si mobilita contro il Governo ed il Green Pass e la mobilitazione arriva fino in ciociaria e nello specifico ad Anagni dove hanno anche un consiglieri in amministrazione. “Green Pass = Segregazione Sanitaria” questo è quello che si legge negli striscioni affissi dai militanti di CasaPound per Roma e in altre città del Lazio e d'Italia.

Nella Capitale -  come riporta romatoday.it - gli striscioni sono visibili in Via del Portonaccio, ma anche sul litorale in via della Stazione di Cesano, Ostia, Civitavecchia, Pomezia, Anzio. Nel Lazio striscioni presenti anche a Rieti, Anagni e Latina. 

Il motivo della protesta di CasaPound

La protesta si basa sull’idea del Governo di introdurre il Green Pass obbligatorio in Italia. Il certificato, però andrebbe soltanto alle persone che abbiano completato la doppia dose di vaccinale, servirà per entrare nei locali pubblici a rischio assembramento come stadi, concerti, cinema, teatri, palestre, bar e ristoranti al chiuso, cerimonie, si sta valutando pure il suo utilizzo sui mezzi di trasporto quali: treni a lunga percorrenza, aerei e navi.

L’attacco di CasaPound al Governo

Un portavoce del movimento politico di estrema destra ha affermato che "In assenza di un obbligo vaccinale è inconcepibile mettere queste limitazioni: è una follia degna del peggior scenario orwelliano”. L’esponente di CasaPound attacca il Governo Draghi: “Ci troviamo di fronte a un Governo che, invece di investire nella sanità pubblica, minata da anni di tagli, preferisce chiudere in casa i cittadini che legittimamente possono decidere di non vaccinarsi o che non posso farlo. Non è accettabile e non siamo disposti a far passare una normativa del genere. Ci auguriamo che l'opposizione in parlamento alzi le barricate o lo faremo noi nelle piazze, creando luoghi di aggregazione alternativi. Non siamo disposti a veder limitata la libertà dei cittadini. Non si tratta di essere pro-vax o no-vax, la logica degli opposti estremismi non ci appartiene. Si tratta di buon senso, cosa che questo Governo dimostra ogni giorno di più di non avere. Il Green Pass non deve passare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CasaPound contro il Green Pass. Tanti gli striscioni da Roma ad Anagni contro il certificato vaccinale

FrosinoneToday è in caricamento