menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anagni, nello stabilimento Catalent 29 Mln di dosi di vaccino Astrazeneca contese tra l’Europa e l’Inghilterra

Ancora una volta la Ciociaria al centro delle cronache internazionali. Una quantità enorme di vaccini che potrebbe dare una prima svolta a questa fase

Lo stabilimento della multinazionale Catalent di Anagni (Frosinone) finisce ancora una volta al centro delle cronache internazionali in relazione al vaccino AstraZeneca che lì viene infialato. In precedenza per il blocco imposto dal Premier Mario Draghi alle 250 mila dosi che erano state assegnate all’Australia.

Stavolta è il quotidiano La Stampa a far scoppiare un caso. Si resta in ambito europeo perché, a seguito di un'ispezione dei Nas voluta dal Ministero della Salute, è stato rinvenuto un grosso quantitativo di dosi del siero anglo-svedese: ben 29 milioni, stoccate per l'appunto nell'azienda ciociara. Stando a quanto riporta il giornale piemontese, le dosi sarebbero pronte per essere spedite nel Regno unito ma dopo un’indagine scattata dalla Commissione europea sono state bloccate in Ciociaria.

Numeri molto importanti. Si parla addirittura si tratterebbe di oltre 16 Mln per gli stati europei, più del doppio di quelle ricevute fino ad oggi. Mentre altri 11 Mln sarebbero in partenza verso l’Inghilterra per un ulteriore passo avanti nel programma vaccinale che lì, per forza di cose, sta procedendo in modo molto spedito. Tra Bruxelles e Londra andrebbero avanti le trattative per sbloccare questa empasse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento