menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Germani

Luigi Germani

Arce, cade l'amministrazione Germani, il 'golpe' di sette consiglieri comunali

Il sindaco è stato sfiduciato con le firme apposte davanti ad un notaio anche da tre consiglieri di maggioranza. Lunedì la nomina del commissario da parte del prefetto Portelli.

Un vero e proprio 'golpe' che ha mandato a casa, a quasi due anni dalla vittoria delle elezioni amministrative nel maggio del 2019, il sindaco di Arce Luigi Germani. Tre consiglieri di maggioranza (Bruna Gregori Domenico Sugamosto e Dario Di Palma) e quattro della minoranza (Sara Simone, Luana Sofia, Emanuele Doria e Maria Lucia Forte) contro i dodici che compongono l'Assise, hanno sfiduciato il primo cittadino con una firma apposta davanti ad un notaio. La comunicazione dell'avvenuta sfiducia e quindi decadenza del consiglio comunale è stata inviata al prefetto di Frosinone, Ignazio Portelli che già lunedì potrebbe nominare il commissario straordinario che si occuperà della gestione quotidiana della pubblica amministrazione di Arce fino al giorno delle nuove elezioni che potrebbero essere fissate per il prossimo mese di ottobre. 

Per ironia della sorte la sfiducia al sindaco Germani arriva nel giorno in cui, con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale della regione Lazio, è stato reso noto il provvedimento di revoca a commissario della Comunità Montana di Arce, di Gianluca Quadrini sostituito dalla compagna di partito, Rossella Chiusaroli, uno e dei tre subcommissari di Forza Italia in provincia di Frosinone e ritenuta elemento di spicco del partito di Berlusconi nel basso Lazio. Non è da escludere che le due vicende possano avere un unico filo conduttore.

Il comunicato dei 'dissidenti'

“La situazione amministrativa non permetteva più né alla Giunta nè al Consiglio Comunale un sereno lavoro. Continue tensioni e uno spirito di sopraffazione, uniti ad una incapacità o non volontà di mediazione del sindaco, hanno fatto precipitare una situazione già precaria. Riteniamo che il ritorno alle elezioni sia la migliore soluzione per i cittadini arcesi e per il futuro del Paese”. Cosi’ i consiglieri comunali di maggioranza: Bruna Gregori, Dario Di Palma e Domenico Sugamosto. I consiglieri di minoranza, Emanuele Doria, Marialucia Forte, Luana Sofia e Sara Simone, prendendo atto di quanto sopra, hanno ribadito la propria posizione politica di totale antitesi rispetto all’amministrazione del Sindaco Germani. In virtù di tali motivazioni, i suddetti consiglieri tutti si sono dimessi dalle loro cariche con il conseguente scioglimento del Consiglio Comunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento