menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arpino, degrado attorno al Centro diurno dove pneumatici ed erbacce la fanno da padrone (foto)

Il consigliere Mauro Iafrate denuncia lo stato d'abbandono e striglia l'assessore ai Servizi Sociali: "È ora che si dia una svegliata"

"Una condizione scandalosa" con questi termini il consigliere di minoranza Mauro Iafrate si riferisce alla situazione in cui versa l'area intorno al Centro Diurno di Arpino. Uno spazio invaso da erbacce, vecchi pneumatici accatastati che vanno a formare una piccola discarica a cielo aperto, e poi ancora, rifiuti, sterpaglie, oltre a recinzioni pericolanti. Il consigliere Iafrate descrive con parole, ma anche con relative immagini, il degrado che vige e al quale nessuno pare voglia porre rimedio. 

Il trattamento riservato ai meno fortunati

"La struttura che si trova nei locali dietro al vecchio ospedale - aggiunge il capogruppo cosiliare di Forza Italia - mostra tutto il disinteresse delle istituzioni, Comune compreso. Ho ricevuto diverse segnalazioni circa la presenza di una discarica: decine di vecchi pneumatici ammassati al di sotto del Centro insieme ad altri scarti e rifiuti; la strada di accesso è piena di erbacce e presenta diversi tratti dissestati; il muretto di fronte l'immobile sta cedendo ed appare pericolante, così come le rete di recinzione sulla quale crescono metri e metri di sterpaglie. Nel giardino esterno ancora rifiuti abbandonati chissà da quanto tempo. È questo - si chiede Iafrate - il trattamento riservato ai meno fortunati?"

L'affondo

L'esponente della minoranza non si limita a denunciare lo stato del sito e assesta una strigliata all'assessore ai servizi sociali Valentina Polsinelli: 'È ora che si dia una svegliata. Il settore dei servizi sociali è trascurato. Non basta alzare la mano ogni tanto, limitarsi all'ordinaria amministrazione degli uffici, occorre impegno. L'indennità percepita va giustificata con il lavoro, con i risultati'.

Nel mirino di Iafrate finisce anche il servizio, per alcuni il disservizio a pagamento, della vettura destinata al sociale sistematicamente in sosta nell'abbandonato giardino di Palazzo Felluca (pare che in questo periodo l'unico autista disponibile sia impegnato a Ferentino). "Auto sulla quale ci sono decine di migliaia di euro di pubblicità pagata dai commercianti del paese che tuttavia... non gira'", conclude Iafrate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento