Arpino, si torna al vecchio orario scolastico, una vittoria per tutti. Fortuna: "Sono soddisfatto dell'esito"

Si è deciso di riformulare l’articolazione oraria riconoscendo il giusto peso alle manifestazioni di interesse espresse dalle famiglie

Si sta ristabilendo un clima di serenità all'interno della scuola ad Arpino. Dopo settimane alquanto travagliate in cui l'orario scolastico l'ha fatta da padrona nel dibattito pubblico e politico, finalmente sembra che la situazione stia tornando alla normalità. In effetti già nell'incontro avvenuto la scorsa settimana tra dirigente scolastica, una delegazione di genitori e il consigliere comunale delegato si era percepita la volontà di trovare una soluzione atta a ripristinare la tranquilità vissuta negli anni passati e, a distanza di qualche giorno, pare che il percorso intrapreso possa ritenersi quello giusto.

"Dopo appena una settimana dall’incontro con i genitori, - comunica in una nota il Comitato dei genitori - il Consiglio di Istituto, in virtù della deliberazione tecnica del Collegio dei docenti, nella seduta del 20 febbraio ha adottato la nuova articolazione oraria dell’Istituto Comprensivo MT Cicerone di Arpino". 

La voce dei genitori è stata ascoltata

"Le esigenze, emerse e rappresentate, sono state attentamente ponderate dalla Dirigente Scolastica e da tutto il personale docente e, alla luce delle emergenti considerazioni, si è deciso di riformulare l’articolazione oraria riconoscendo il giusto peso alle manifestazioni di interesse espresse dalle famiglie. Il buon esito del confronto delle componenti interessate è stato evidentemente favorito dalla condivisione dei nuovi obiettivi e dalla reciproca volontà di collaborazione nell’interesse primario ed esclusivo della formazione ed istruzione dei nostri bambini.

Una vittoria per tutti

Oltre alla Dirigente Scolastica e al personale della scuola è doveroso ringraziare, indistintamente senza alcun ordine di priorità, tutti coloro che ci hanno affiancato, anche silenziosamente ma con determinazione e sensibilità: il Comune di Arpino nelle persone del Sindaco Avv. Renato Rea e del Consigliere Giuseppe Fortuna, tutte le componenti politiche del Paese, maggioranza e minoranza senza distinzione di colore, il Prefetto di Frosinone, l’ATP – Ambito territoriale di Frosinone, il Ministero dell’Istruzione che, sapientemente, grazie anche all’intermediazione dell’On. Luca Frusone, ci ha dispensato consigli utili e proficui.

Due questioni ancora in sospeso

Il ritrovato clima di serenità - concludono i genitori - sarà sicuramente foriero di una collaborazione costruttiva che dovrà necessariamente animare gli attori di questa vicenda in considerazione delle problematiche ancora da definire e relative al plesso di Pagnanelli nonché alle sorti del Convitto annesso all’Istituto Comprensivo".

Il commento del consigliere Giuseppe Fortuna

Un esito commentata con favore anche dal consigliere delegato Giuseppe Fortuna, in prima linea al fianco dei genitori che sottolinea. "La scuola è per la città di Arpino il primo ed insostituibile asset strategico sul quale continuare a scommettere ed investire e per questa ragione l'attenzione sugli accadimenti di questi mesi è stata massima. Sono soddisfatto dell'esito della discussione e del confronto su una vicenda che in questi mesi ha animato il dibattito sulla scuola arpinate.
L'impegno, la professionalità e il lavoro costante di tutto il personale scolastico, del corpo docente, della nuova D.S. e dei genitori è stato determinante nello sciogliere la complessità delle questioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Decisioni e scelte prese sulla base della partecipazione

Non tutto può ancora dirsi definitivamente risolto, ma ritengo che siano stati fatti passi decisivi per il raggiungimento degli obiettivi dell'istituzione scolastica e di tutta la comunità educante. Sono convinto che la scuola possa raggiungere traguardi ancora più ambiziosi se le decisioni saranno supportate e sostanziate, come abbiamo registrato in questa vicenda, da strumenti di partecipazione e di condivisione delle scelte da parte di tutti gli attori protagonisti del patto di corresponsabilità educativa, elemento cardine della missione della scuola pubblica italiana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento