Arpino, il sindaco Rea incontra la dirigente scolastica: "Da lei chiarimenti e rassicurazioni"

Dopo la bufera degli ultimi giorni, stamattina si è arrivati al confronto: "Abbiamo rappresentato le nostre perplessità ed abbiamo esternato il nostro desiderio di mantenere il modello organizzativo degli ultimi anni"

Nuovi sviluppi per quanto riguarda l'Istituto Comprensivo M.T. Cicerone di Arpino. Dopo l'appuntamento di domenica in cui i tanti genitori presenti hanno esternato le proprie perplessità circa i cambiamenti messi in agenda dalla nuova dirigente scolastica, questa mattina il sindaco Renato Rea ha avuto un confronto con la professoressa Gabriella La Marca. Un incontro nel quale sono state ribadite le preoccupazioni sugli effetti che le scelte maturate dalla dirigente avrebbero avuto sulla comunità e sulla città. Partendo dai disagi per bambini e genitori, passando per il quasi accertato calo delle iscrizioni, proseguendo con il rischio di perdita di lavoro per oltre 20 dipendenti. 

"Abbiamo raccolto il malcontento dei genitori per le scelte che sta operando l'I.C. Cicerone relative alla modifica degli orari scolastici e alla paventata chiusura delle scuole medie del plesso di Pagnanelli. - spiega il primo cittadino di Arpino - Abbiamo sollecitato già prima del rientro dalle vacanze natalizie un incontro per discutere sia dell'organizzazione della mensa per il prossimo anno, servizio indispensabile per la predisposizione dei piani organizzativi e formativi della scuola, sia dell'articolazione oraria e dei tempi scuola. 

Mantenere il modello degli ultimi anni

Nella mattinata odierna abbiamo incontrato la Dirigente Scolastica, alla quale abbiamo rappresentato le nostre perplessità ed abbiamo esternato il nostro desiderio di mantenere il modello organizzativo degli ultimi anni, che ha raccolto i consensi di tutti i genitori non solo di Arpino ma anche dei centri limitrofi, consentendo al nostro Istituto di raggiungere livelli di eccellenza che non possono essere vanificati anche in termini di numerosità delle iscrizioni che andrebbe purtroppo nei prossimi anni a ripercuotersi anche sugli istituti di istruzione superiore. Le notizie che abbiamo raccolto sono molto preoccupanti anche per il futuro del Convitto Nazionale Tulliano con ripercussioni evidenti anche per i lavoratori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Disponibilità da parte della dirigente scolastica

Abbiamo rappresentato tutte queste criticità al Dirigente Scolastico avendo noi il dovere di tutelare gli interessi della comunità ed il buon nome delle nostre istituzioni scolastiche, pur nel rispetto dei compiti e delle funzioni. 
Il Dirigente Scolastico ha fornito chiarimenti e rassicurazioni sul fatto che è anche sua intenzione fornire all'utenza scolastica una offerta formativa di grande qualità, mostrandosi disponibile a discutere e risolvere tutte le problematiche evidenziate (mensa, orari, Convitto, medie Pagnanelli). Il tutto andrà sottoposto ai rappresentanti dei genitori di ogni classe e del Consiglio d'Istituto in un incontro da tenersi nei prossimi giorni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento