Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

Ater Frosinone, Iannarilli incontra l’assessore Ciacciarelli

Il commissario Iannarilli: “La situazione attuale richiede un intervento diretto della regione per garantire lo svolgimento delle attività ordinarie”

Ieri mattina presso la sede dell’Ater di Frosinone, si è svolto l’incontro tra l’Assessore della Regione Lazio all’Urbanistica, Politiche abitative, Case popolari e Politiche del Mare, On. Pasquale Ciacciarelli, e il Commissario straordinario, On. Antonello Iannarilli. Un confronto necessario per fare il punto, in modo diretto ed esaustivo, sullo stato dell’arte dell’Ente di piazzale Europa: la disastrosa situazione economica e amministrativa che si è palesata al commissario Iannarilli al suo arrivo, le azioni messe in campo dalla nuova governance per fronteggiarla e i primi risultati ottenuti attraverso il cambio di rotta evidente attuato finora.

Al termine dell’incontro si è giunti alla conferma dell’impegno da parte dell’Assessore Ciacciarelli di offrire supporto economico e gestionale all’Ater di Frosinone, in vista anche dell’elaborazione di un disegno di legge in materia, finalizzato ad un adeguamento della gestione delle aziende territoriali di edilizia residenziale pubblica del Lazio al mercato, tenuto conto dei costi e dei ricavi dell Ater, dell’esiguità delle entrate, soprattutto, considerando gli affitti minimi, della necessità di prevedere sgravi fiscali, di snellire i controlli e le procedure di decadenza in caso di superamento dei limiti reddituali.

“Ringrazio l’Assessore Regionale Ciacciarelli – dichiara il Commissario straordinario – per questo incontro e per l’interesse dimostrato verso le problematiche che riguardano l’Ente e i cittadini. Una visita gradita, che ci ha permesso di dialogare in maniera proficua sugli interventi necessari, sulle iniziative intraprese finora dalla nuova governance e sugli obiettivi fissati per il futuro focalizzati su di una ristrutturazione e normalizzazione di un’Azienda vittima di gestioni che ne hanno decretato un inequivocabile declino. La situazione attuale in cui versa l’Azienda richiede un’azione diretta della Regione, affinché sia garantito il corretto svolgimento delle attività ordinarie.

Ci troviamo in un momento decisamente critico, i provvedimenti adottati, certamente, restituiranno nel tempo esiti positivi. Si considerino in merito: il piano di risanamento avviato; la verifica periodica delle morosità e i controlli a campione sulle situazioni reddituali e sulle procedure di assegnazione; la maggiore collaborazione intrapresa con i comuni, con la Prefettura e le autorità; il nuovo piano rateale a disposizione dei morosi per sanare la propria posizione; le attività avviate per la riscossione coattiva mediante ruolo; le operazioni di sgombero degli alloggi occupati abusivamente; il versamento della tassa di registro per i contratti di locazione, obbligo che in passato, come noto, non veniva assolto. In ultimo, ma non meno importante, il riassetto amministrativo interno finalizzato ad una maggiore efficienza e produttività degli uffici. Ciononostante, ad oggi non abbiamo la possibilità di affrontare problematiche che non lasciano scampo all’Ente.

I nostri uffici – prosegue Iannarilli – sono subissati da richieste di interventi manutentivi in immobili vetusti: un patrimonio che mai è stato oggetto di un vero piano di ristrutturazione e ammodernamento. Riceviamo ogni giorno decreti ingiuntivi da parte di creditori, siano essi liberi professionisti o aziende, che legittimamente chiedono i compensi pattuiti. Il mancato incasso dei canoni e delle quote servizi condominiali fanno sì che, troppo spesso, non disponiamo dei mezzi per garantire un servizio adeguato agli utenti. Nel mese di giugno, inoltre, è seriamente a rischio il pagamento degli stipendi dei dipendenti e degli obblighi contributivi.

A questo desolante quadro, si aggiungano le difficoltà legate ai progetti del Pnrr e alla gestione dei finanziamenti, alcuni cantieri, infatti, hanno subìto una battuta di arresto. Su tali interventi è in corso un’indagine della Guardia di Finanza sotto l’impulso della Procura e restano ancora sospesi alcuni pagamenti a professionisti ed imprese, sui quali le autorità dovranno fare chiarezza. In tal senso, un esempio riguarda gli immobili siti nella città di Ferentino, per i quali è nostro compito assicurare risultati concreti e il corretto completamento dei lavori in tempi ragionevoli. Nei prossimi giorni effettuerò un sopralluogo per appurare la situazione e verificare le effettive condizioni dei residenti. Sul tema Pnrr, l’On. Ciacciarelli si è soffermato in maniera particolare, ribadendo l’impegno del proprio assessorato a far sì che i cantieri si chiudano al più presto, scongiurando ulteriori disagi per i cittadini.

Lo stesso Ciacciarelli ha espresso chiaramente il proprio apprezzamento per le politiche adottate in questa nuova fase, nella piena consapevolezza che l’eredità raccolta da questa governance ha connotazioni di estrema gravità. Il supporto all’’Ater sarà di natura economica e gestionale, a sottolineare una piena collaborazione e intesa tra le parti. È in fase di elaborazione, inoltre, una nuova legge in materia di Edilizia residenziale pubblica regionale, che sia moderna e tenga conto delle istanze degli Enti, che sia loro di supporto e ne agevoli l’azione, poiché le Ater del Lazio versano in condizioni critiche. Tracciare un solco con il passato è cruciale se il fine è costruire un nuovo modello di gestione e di coordinamento capace di consegnare al territorio un sistema efficiente e in grado di tutelare il diritto ad un’abitazione per coloro che ne hanno necessità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ater Frosinone, Iannarilli incontra l’assessore Ciacciarelli
FrosinoneToday è in caricamento