Domenica, 16 Maggio 2021
Attualità

Belmonte Castello, l'ufficio postale senza linea: il sindaco sospetta un'azione di sabotaggio

Nel piccolo paese pedemontano oramai da un mese i cittadini vivono enormi disagi causati dal perdurare di un guasto che non sembra trovare soluzione

Un intero paese da giorni senza ufficio postale a causa di un disservizio alla rete Telecom e il sindaco Antonio Iannetta, sempre più disperato, ipotizza anche un'azione di sabotaggio.

"Sono trascorsi 30 giorni dall'ultimo episodio, dove l'ufficio postale di Belmonte Castello è rimasto chiuso per dieci giorni e un tempo così prolungato non può che causare enormi disagi ai cittadini del paese primi fra tutti i numerosi anziani ma anche alle imprese, che per motivi di lavoro utilizzano abitualmente l’Ufficio Postale di Belmonte Castello per svolgere operazioni indifferibili che per la loro natura non possono essere svolte negli altri uffici limitrofi - spiega il sindaco Iannetta -. Oggi ci risiamo nuovamente ed a farne le spese, sono come sempre i residenti del paese di Belmonte Castello. Sono tre giorni che l'ufficio postale di Belmonte Castello non eroga nessun servizio, perché manca la connessione internet". 

Il sindaco è adirato ed amareggiato: non crede possibile che le direzioni di Poste Italiane e di Telecom, non si impegnino a garantire un importante servizio pubblico. 

"Dalle verifiche fatte - precisa Iannetta - a provocare il disservizio, sarebbe, come sempre la gestione sciatta degli interventi di riparazioni nell'armadio contenente gli impianti di telecomunicazioni. Armadio di recente installazione (anno 2020) fortemente richiesto da diversi anni dall'amministrazione Comunale, lasciato spesso incustodito dai vari operatori della stessa Telecom e dalle varie ditte che hanno l'affidamento dell'appalto concesso dalla stessa Telecom. Nonostante l'armadio sia di recente installazione, sarebbe addirittura di piccole dimensioni, tant'è che non riesce a contenere le varie utenze, ancora peggio, non è possibile allacciare nuove utenze, in quanto non ci sono slot libere". 

Nei pressi  dell'armadio, come testimoniano sindaco e cittadini, c'è sempre una macchina ferma con il relativo operatore al lavoro. 

"Si contano circa 30/35 autovetture appartenenti alle più svariate ditte che presumibilmente hanno in affido l'appalto o il subappalto, concesso dalla stessa Telecom oppure dall'Alpitel Spa, della manutenzione degli impianti di telecomunicazioni. Per il flusso delle diverse autovetture ferme con i relativi operatori, sembrerebbe che l'armadio dispensasse gratuitamente banconote - ironizza il primo cittadino -.  
Spesso i vari operatori delle ditte appaltatrici e di Telecom, riparano un guasto segnalato da un'utenza e puntualmente disattivano altre utenze". 

L'ufficio postale di Belmonte Castello negli ultimi mesi è troppo spesso vittima dello stesso inconveniente, cioè rimanere senza connessione internet. I cittadini più maligni, considerando che l'armadio rimane spesso aperto ed i tecnici che intervengono sono svariati, ipotizzano un boicottaggio ai danni dello stesso ufficio a cura di qualche malintenzionato nullafacente del luogo, che si divertirebbe nel creare seri disagi all'ufficio postale ed all'intera collettività del paese. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belmonte Castello, l'ufficio postale senza linea: il sindaco sospetta un'azione di sabotaggio

FrosinoneToday è in caricamento