rotate-mobile
Attualità

Nel Lazio arriva il "bonus" matrimonio, fino a duemila euro a coppia

La regione Lazio ha stanziato 10 milioni di euro per supportare le spese sostenute da coloro che decideranno di formalizzare la loro unione

Fino a duemila euro per le coppie che decidono di sposarsi o di formalizzare un’unione civile nel corso del 2022. La regione Lazio ha stanziato un fondo di 10milioni di euro a cui è possibile accedere rendicontando le spese sostenute per organizzare l’evento.

L’iniziativa, che rientra nel progetto “nel Lazio con amore”, copre l’arco temporale compreso tra il 14 dicembre 2021 ed il 31 dicembre del 2022. Ma è possibile inoltrare la richiesta fino al 31 gennaio 2023 sapendo che, però, il contributo è concesso fino ad esaurimento fondi.

Le spese rimborsabili

Le coppie che decidono di approfittare dell’occasione, possono chiedere il rimborso per l’acquisto delle bomboniere, il noleggio dell’auto, l’acquisto dell’abito e l’addobbo floreale. Ma è possibile ottenere un contributo anche sui costi legati al viaggio di nozze, fino ad un massimo di 700 euro. Stesso tetto massimo è stato fissato per il servizio di catering e ristorazione.

Ed ancora, tra i costi rimborsabili, rientra l’acquisto delle fedi, il servizio video o il book fotografico, l’affitto della sala ed addirittura il ricorso ad un wedding planner. Le spese, che vanno documentati, devono essere contratte nel territorio della regione Lazio. Vanno effettuate con sistemi tracciabili, vale a dire bonifici o pagamenti elettronici. Non sono rimborsabili invece gli acquisti eseguiti tramite e-commerce.

Come fare la richiesta

Per ottenere il rimborso è necessario dettagliare l’oggetto della spesa, il luogo in cui è stata fatta, allegare fattura o scontrino fiscale ed indicare i mezzi di pagamento oltre alla partita iva e la ragione sociale del venditore. 

Nel dispositivo che fissa le regole per accedere al contributo è specificato che sono accolte le domande fino ad un fabbisogno pari a 15milioni di euro. Ma le richieste ammesse in overbooking non sono finanziate per insufficienza di fondi. Quindi la registrazione della domanda “in overbooking” non implica che sarà automaticamente rimborsata. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Lazio arriva il "bonus" matrimonio, fino a duemila euro a coppia

FrosinoneToday è in caricamento