menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassinate, mancano gli anestesisti al 'Santa Scolastica', operazioni bloccate

Il sindaco di Cassino, Enzo Salera, ha chiesto ed ottenuto un incontro tecnico con l'Asl ed un incontro con l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato

Il blocco degli interventi chirurgici al 'Santa Scolastica' di Cassino per la carenza di anestesisti, sta creando non pochi disagi ai cittadini. Nelle sale operatorie, infatti, hanno accesso solo le emergenze mentre gli interventi di routine sono stati tutti rinviati a data da destinarsi. Un fatto che ha indotto il sindaco di Cassino, Enzo Salera e tanti altri amministratori del territorio, a chiedere un immediato intervento della Regione Lazio.

L'intervento di Salera

"Dopo aver appreso la notizia della riduzione degli interventi chirurgici all'ospedale Santa Scolastica di Cassino a causa della carenza di anestesisti, poiché saranno eseguiti solo operazioni indifferibili ed urgenti, ho chiesto la convocazione di un incontro tecnico presso la Direzione del Santa Scolastica che è stato fissato venerdì alle ore 9. Contemporaneamente ho chiesto un incontro con l'assessore regionale D'Amato col quale ci siamo confrontati più volte durante l'emergenza Covid, non ultima sul paventato trasferimento dell'ospedale di pneumologia a Frosinone. In quella occasione mi farò portavoce delle istanze che perverranno dagli operatori sanitari dell'ospedale. Insieme a tutti i sindaci del Cassinate attiveremo tutte le iniziative possibili al fine di salvaguardare e rafforzare il nostro ospedale, visto che la recente esperienza dell'emergenza epidemiologica ha dimostrato quanto sia importante un presidio sanitario pubblico di qualità. Su queste tematiche che riguardano la vita o la morte dei nostri concittadini non faremo sconti a nessuno; non dovranno esserci speculazioni politiche ma dovremo lavorare perché prevalga la difesa del nostro territorio.

L'intervento di Ciacciarelli

“Lo stop agli interventi chirurgici presso l’ospedale  Santa Scolastica di Cassino, fatto imputabile alla carenza di anestesisti nella struttura, è inaccettabile. Si tratta di una cosa gravissima - scrive il consigliere regionale della Lega, Pasquale Ciacciarelli -. Pertanto ho scritto alla direzione  dell’ospedale chiedendogli di intervenire e fornire subito dei chiarimenti: innanzitutto dire se sia vero o no, cosa, eventualmente avrebbe intenzione di fare e quando verrebbero ripristinati gli interventi. Sembrerebbe, inoltre, che da lunedì prossimo salterà anche la guardia medica di 24 ore nel reparto Rianimazione dello stesso ospedale. Una tegola in testa alla Sanità locale, già messa alla prova dalla  governance scellerata di Zingaretti, e che ha  ha già dato in termini di impoverimento dei servizi sanitari. Dopo lo stop dovuto al Covid-19  tutti gli interventi devono essere assolutamente garantiti, non soltanto quelli urgenti. È impensabile che per ogni cosa bisogna recarsi all’ospedale di Frosinone perché quello di Cassino viene depauperato sempre più dei servizi essenziali. La direzione sanitaria dell’ospedale che cosa ha fatto in tutti questi mesi per impedire ciò?”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

  • Eventi

    Alatri, il Cristo nel Labirinto e le Mura Ciclopiche

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento