menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Willy Monteiro Duarte

Willy Monteiro Duarte

L’ex centro anziani abbandonato diventerà “La Casa di Willy” e sarà per l’aggregazione giovanile

Arriva da Cassino un nuovo omaggio alla memoria del giovane cuoco di Paliano ucciso a Colleferro. Nella struttura del quartiere periferico di San Bartolomeo, per anni occupata abusivamente, gli sarà intitolato uno spazio ricreativo e formativo

Nell’ex centro anziani del quartiere San Bartolomeo di Cassino, per anni occupato abusivamente e ormai abbandonato a sé stesso, nascerà “La Casa di Willy”. Anche la città martire, grazie alla realizzazione di tale centro di aggregazione giovanile, omaggerà la memoria di Willy Monteiro Duarte, il giovane cuoco di Paliano ucciso a Colleferro lo scorso 6 settembre.    

Mentre nella stessa Paliano spiccano già un murales e l’intitolazione dell’ex Parco Cappuccini, tra il caldo abbraccio rivolto in tutta Italia al 21enne insignito della medaglia d’oro al valor civile, la Giunta comunale guidata dal sindaco cassinate Enzo Salera ha deliberato nelle scorse ore a favore della realizzazione del primo spazio ricreativo e formativo nella zona periferica della città. E, su proposta dell’assessore alla Coesione Sociale Luigi Maccaro, sarà dedicato a Willy.  

Salera: “Un quartiere di periferia su cui vogliamo investire”. Nel nome di Willy 

“Un quartiere di periferia, un quartiere complesso, dove purtroppo mancano spazi di aggregazione, in particolare per i ragazzi-– commenta, con soddisfazione, Salera - Ma è un quartiere su cui vogliamo investire perché merita tutta l'attenzione e l'impegno delle istituzioni, soprattutto in questo momento storico. Proprio perché fatti come quelli accaduti a Colleferro non debbano più accadere”. 

“Intitolare un centro di aggregazione giovanile a Willy Monteiro - spiega in conclusione il sindaco di Cassino - significa rendere viva la testimonianza di un ragazzo generoso e coraggioso, che ha pagato con la vita il suo essere contro la violenza, il razzismo, l'odio verso il diverso. Sentimenti di odio, razzismo e violenza che purtroppo ancora serpeggiano anche nella nostra città e che osteggeremo con tutta la forza che abbiamo in corpo”. 

La Casa di Willy-2

Come sarà “La Casa di Willy” di Cassino: formazione e divertimento

Il centro di aggregazione giovanile "La Casa di Willy" sarà un motore per la promozione di tante attività rivolte ai ragazzi: laboratori, giochi, sostegno scolastico e invito alla lettura, educazione all'uso dei new media ma anche gioco libero perché saranno i ragazzi stessi a inventare attività per rendere più felice un tempo libero spesso fatto solo di smartphone. 

La gestione sarà affidata ad una o più associazioni del Terzo settore che saranno selezionate tramite un avviso che sarà pubblicato nel mese di gennaio. L'obiettivo è coinvolgere una rete di organismi con esperienza nel campo dell'educazione non formale che possano collaborare attraverso la costituzione di un comitato di gestione. Nel frattempo si procederà ad una sistemazione dei locali in modo che possano accogliere adeguatamente i ragazzi e le attività. 

A collaborare con "La Casa di Willy" saranno anche i giovani del servizio civile attualmente in forza al Comune di Cassino: alcuni di loro, quelli appartenenti al progetto "Comunità che cresce", hanno già realizzato durante la scorsa estate un piccolo centro estivo coinvolgendo diversi bambini del quartiere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento