Cassino, polemica sullo stato di abbandono dei cimiteri. L'affondo di Fontana

Il consigliere comunale del gruppo Orgoglio Cassinese attacca sindaco e maggioranza: "Hanno prodotto qualche foto spot e niente più"

"Pensiamo sia giunto il momento di ridare il giusto decoro ai cimiteri siti in San Bartolomeo, Caira e Sant'Angelo in Theodice. Sono luoghi che non possono essere abbandonati a se stessi e all'incuria. I cittadini di Cassino lamentano gravi disagi nella fruizione dei cimiteri e questo è inaccettabile". È quanto dichiarato dal consigliere comunale del Gruppo Orgoglio Cassinese, Salvatore Fontana.

A due mesi dalle elezioni

"Abbiamo lasciato trascorrere questi primi due mesi di amministrazione nella speranza che le emergenze relative sia al decoro della città e delle periferie, come quello relative ai cimiteri venissero affrontate, vista la loro importanza, in maniera celere e tempestiva. Ma così non è stato. Il Sindaco e la sua maggioranza hanno prodotto infatti soltanto qualche foto spot e niente più. Non c'è stata una reale sferzata per quanto concerne la manutenzione ordinaria. La città rimane sporca, i cimiteri di San Bartolomeo, Caira e Sant'Angelo abbandonati e questo non è sicuramente un atto di rispetto per tutti i cittadini e neanche per i defunti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Servizio non sufficiente

È palese che il servizio di pulizia effettuato in questi luoghi non è idoneo o magari non sufficiente a fronteggiare le necessità dei singoli cimiteri. Ma basterebbe sicuramente più attenzione da parte della maggioranza per riuscire a garantire la fruizione ai cittadini di ambienti puliti e decorosi. La trascuratezza di questi luoghi sacri sta diventando il simbolo di un'amministrazione che ancora non ha capito in che direzione deve andare. E dopo solo due mesi ci può anche stare. È palese, però, che serve un cambio di passo perché altrimenti a dicembre la situazione potrà essere ben più grave".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento