menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassino, il Comune chiede le referenze del professor Pistilli e l'opposizione si offende

L'affronto, secondo pare della minoranza, avrebbe riguardato la messa in dubbio delle capacità dello storico, proposto come componente della commissione toponomastica

Decine di pubblicazioni, libri, ricerche storiche che hanno cambiato la toponomastica di Cassino. E poi ancora un acume e una preparazione come pochi in città, hanno fatto contraddistinguere nel corso degli anni il professor Emilio Pistilli. Non c'è fatto storico, evento o episodio del quale lui non conosca ogni minimo dettaglio. La sua preparazione è stata per anni punto di riferimento di abati e vescovi. Per questo motivo nei giorni scorsi ha stupito il post pubblicato dal professore sulla sua pagina social. Emilio Pistilli racconta di aver ricevuto una singolare richiesta dal Comune: per poter partecipare alla commissione per la toponomastica è stato chiesto il suo curriculum vitae. Una prassi acclarata e giusta quando si tratta di dover partecipare ad un concorso pubblico ma che diventa decisamente singolare quando uno storico viene indicato da componenti del consiglio comunale come persona adatta a fornire informazioni relative al cambio della toponomastica della città. Il nome di Emilio Pistilli è stato infatti proposto da quattro consiglieri di minoranza: Giuseppe Golini Petrarcone, Francesco Evangelista, Salvatore Fontana e Massimiliano Mignanelli. Gli stessi, dopo aver raccolto l'amaro sfogo dello storico, hanno deciso di intervenire con un comunicato stampa. 

La dichiarazione

"Ci ha fatto sorridere la richiesta di curriculum vitae avanzata nei confronti del professor Emilio Pistilli, storico di caratura nazionale e culture della materia per  quanto riguarda la toponomastica di Cassino. La richiesta di credenziali avanzata dal sindaco di Cassino l'abbiamo interpretata null'altro che come una mera scusa per non consentire al professor Pistilli di partecipare alla commissione ad hoc per il rinnovo della toponomastica di Cassino. Questo perché a chiedere la presenza di una così autorevole personalità all'interno della commissione siamo stati noi, del gruppo di opposizione. Ancora una volta questa maggioranza e questo sindaco hanno dimostrato di non avere a cuore il bene comune ma di agire dettati dai sentimenti del rancore e della vendetta. Due veri e propri mali per una città che vuol tornare a splendere - dichiarano Giuseppe Golini Petrarcone, Francesco Evangelista, Salvatore Fontana e Massimiliano Mignanelli -. La nostra proposta alla nomina del professor Pistilli vuole rendere Cassino ed i suoi cittadini protagonisti della propria, immensa storia. Per questo crediamo che la richiesta di presentazione del curriculum vitae al professor Pistilli sia stata come un affronto non verso la figura dell'esperto e verso di noi che abbiamo caldeggiato il suo nome all'interno della commissione, ma verso tutti quei Cassinati che credono in una città a misura d'uomo, ricca di Economia e turismo. Gli steccati mentali e politici non hanno mai portato evoluzione e benessere, ma ignoranza e regressione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento