Attualità

Cassino, i ragazzi dello Scientifico salutano i compagni: un anno difficile che ci ha rafforzato

Ultimo giorno di scuola per gli alunni del liceo 'Pellecchia' che hanno trascorso gran parte delle lezioni a distanza ma questo non ha spento emozioni e voglia di imparare

Il suono della campanella arrivato puntuale ma che questa volta non è stato inteso come una 'liberazione' ma come un momento che mancherà. L'ultimo giorno di scuola per gli studenti degli Istituti superiori è arrivato quando da poco i ragazzi erano tornati in classe, a confrontarsi dal vivo. A trasmettersi anche con un solo sguardo emozioni e forza d'animo.

A raccontarci per tutti questo difficile anno scolastico sono stati i ragazzi della IV C del liceo scientifico 'Pellecchia' di Cassino che questa mattina hanno salutato professori e compagni con l'augurio che a settembre tutto, finalmente, torni alla normalità. Tra una battuta ed un 'ti sei vaccinato' la mattinata è trascorsa velocemente.

"Si è concluso un altro anno. Abbiamo passato momenti difficili lontani dai nostri amici, ma poter ritornare in classe, seppure per poco, è stato emozionante tanto da unirci più di prima - spiegano Enrica Fardelli e Michela Macari -. E questo è il valore nascosto della scuola: poter trovare delle persone con cui condividere le proprie giornate e costruire dei rapporti che ricorderai per sempre nella vita"

"Non sono mancati i momenti di sconforto, di completa disperazione - hanno invece spiegato gli altri compagni - ma questo non ci ha fatto perdere la speranza di tornare finalmente alla nostra vita. Quella delle passeggiate, delle gite scolastiche, delle assemblee, delle corse per i corridoio. Questo è anche vivere la scuola oltre che a studiare per costruirsi un futuro. Ecco per un anno e mezzo questo nostro progetto di crescita è stato cristallizzato dalla Pandemia ma crediamo che come tutte le cose brutte, presto anzi prestissimo ci sarà la fine". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, i ragazzi dello Scientifico salutano i compagni: un anno difficile che ci ha rafforzato

FrosinoneToday è in caricamento