Cassino, lenzuola bianche contro il depotenziamento del 'Santa Scolastica'

Decine di cittadini hanno aderito alla protesta pacifica ideata dall'ex consigliere comunale Carmine Di Mambro

Evitare il depotenziamento dell'ospedale di Cassino è divenuta una priorità e per questo motivo domenica 5 luglio si è svolta la giornata di sensibilizzazione del lenzuolo bianco a difesa del 'Santa Scolastica'. Tantissimi sono stati i lenzuoli bianchi appesi dai residenti di Cassino, e non solo, che hanno aderito all'iniziativa.

La proposta

"A loro va il mio ringraziamento perchè hanno dimostrato di aver recepito il messaggio da me lanciato per la difesa di una struttura così importante: se il 'Santa Scolastica' verrà ulteriormente depotenziato a favore di una sanità privata - spiega Carmine Di Mambro, promotore dell'iniziativa - a pagarne le conseguenze saranno soprattutto gli utenti, oltre 150 mila, che arrivano da ogni parte del Cassinate. L'adesione al progetto, il primo di una lunga serie di appntamenti che verranno ufficializzati nei prossimi giorni, è stata alta non solo a Cassino ma in tutti i comuni del territorio e lo dimostrano le foto che sono state pubblicate o inviate a me personalmente". "

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Reparti a rischio

"È un segnale importante, perché dimostra che la gente ha capito il pericolo sanitario a cui rischia con il deponziamento di tale struttura. Questo è uno stimolo a continuare questa battaglia di civiltà, che non ha colore politico o bandiere, a difesa del nostro ospedale e soprattutto a difesa di un diritto  sacrosanto come sancito dall'articolo 32 della costituzione. Ma non dobbiamo fermarci o abbassare la guardia e per questo ci sarà un seguito molto più importante con il coinvolgimento e la partecipazione di cittadini, associazioni e amministratori. Spero che ogni amministratore locale, di tutti i comuni che ruotano nell'area di competenza dell'ospedale, possano sedersi intorno a un tavolo e iniziare una pianificazione di eventi a difesa di tale struttura. I cittadini tutti, soprattutto i malati, hanno bisogno di una sicurezza sanitaria che solo un ospedale a pieno regime".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" sbarcano a Frosinone

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Frontale sulla Palianese, la morte del giovane Mattia lascia un vuoto incolmabile

  • Coronavirus, nuovo caso in una scuola ciociara: attivata la didattica a distanza

  • Il cuore di Willy spaccato a metà dalle troppe botte. Tre indagati per omissione di soccorso

  • Coronavirus, più tamponi e ben 31 casi in Ciociaria. D'Amato: 'Mantenere alta l'attenzione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento