menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pranzo di Natale per i poveri in chiesa, le iniziative della Caritas e i fondi della Regione

In tutta la provincia fervono i preparativi per sostenere le persone meno abbienti. A cassino la parrocchia di Sant'Antonio apre le porte e offre pietanze e dolci grazie anche all'aiuto dei negozianti. Quarantamila euro la somma stanziata dalla Giunta Zingaretti per il tutto il Frusinate

La Regione Lazio ha destinato 40mila euro alla provincia di Frosinone che dovranno essere utilizzati per la preparazione dei pasti destinati a persone con fragilità sociale. Intanto a Cassino, la Caritas e la Parrocchia di Sant'Antonio, su proposta del vescovo della diocesi Gerardo Antonazzo, di don Benedetto Minchella e don Francesco Vennitti hanno organizzato per il 25 dicembre il pranzo riservato alle persone sole o meno abbienti grazie anche alla collaborazione di negozianti e cittadini che attraverso collette e raccolte hanno consentito l'acquisto di cibo e il pagamento di bollette a chi non era in grado di poterlo fare. La chiesa, situata in piazza Diamare, sarà quindi aperta sin dal mattino per l'allestimento della tavolata. Chiunque potrà fare un'offerta o dare un contributo. 

Contrasto alla povertà

La Regione, in prossimità delle festività natalizie e di fine anno, ha destinato ulteriori risorse per il contrasto alla povertà e alla fragilità sociale a supporto delle azioni previste dal piano regionale di contrasto alla povertà, approvato dalla Giunta regionale lo scorso anno. La somma stanziata è rivolta ai distretti socio sanitari, in particolare per il potenziamento dei servizi delle mense comunali o distrettuali per la fornitura di pasti durante le festività natalizie e per la consegna di pacchi alimentari alle persone con disagio economico e alta fragilità sociale sia in ambito comunale che distrettuale.

L'auspicio di Zingaretti

“Con questo intervento vogliamo aggiungere qualcosa in più e dare un segnale di speranza e vicinanza a chi vive situazioni di disagio economico - ha spiegato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti -. L’Istituzione che rappresento è vicina ai cittadini e ogni giorno lavoriamo per assicurare a tutte e tutti una vita più equa e dignitosa. Le festività natalizie sono un momento dell’anno che ci porta a riflettere e a rinnovare il nostro impegno a favore delle persone in difficoltà. Ma questo non è certo un termine, molto possiamo fare e altrettanto ci impegniamo a portare avanti con determinazione per sostenere chi è bisognoso. Con questo investimento – conclude Zingaretti – che si va ad aggiungere alle politiche finora adottate dalla Regione, come ad esempio il Piano Sociale Regionale, il REI e il ‘Bando Povertà’, diamo un ulteriore segnale di presenza costante sui territori di tutto il Lazio".

Le iniziative

L’intervento della Regione Lazio rientra nel più ampio quadro delle “Feste delle meraviglie”, il bando regionale che ha messo a disposizione di tutto il territorio 1 milione di euro per la realizzazione di iniziative in tutta la regione. Le attività finanziate saranno realizzate direttamente dai distretti socio-sanitari, attraverso manifestazione di interesse o in collaborazione con le associazioni del Terzo Settore.

L'assessore Troncarelli

“Con questo progetto, che il presidente Zingaretti ha sostenuto con entusiasmo, aggiungiamo un tassello in più alle azioni messe in campo dalla Regione a favore di chi vive in condizioni di disagio - ha invece spiegato Alessandra Troncarelli, assessore ai Servizi sociali, Welfare ed Enti locali della Regione Lazio. Un’ulteriore azione di contrasto alla povertà che si somma a quelle già messe in campo dalla Regione Lazio. L’indigenza è tra le prime cause di esclusione sociale, un fenomeno che continueremo a combattere affinché nelle nostre comunità nessuno si senta più emarginato o spettatore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento